Ecobonus 2020 e riqualificazione energetica

Ultimo aggiornamento: 30/01/2020 - Ing. Sara Nobili, Servizio di Assistenza Tecnica Logical Soft - Riproduzione riservata

La riqualificazione energetica dell’involucro disperdente alla luce dell’Ecobonus 2020

L'Ecobonus 2020, in vigore dal 1° gennaio, è il riferimento legislativo in tema di benefici fiscali ottenibili a seguito di lavori finalizzati a migliorare la prestazione energetica di un edificio.

Nel nostro focus di inizio gennaio abbiamo già analizzato una delle principali novità introdotte dalla Legge di Bilancio: il Bonus Facciate e l'incentivo economico raggiungibile a seguito di lavori realizzati sulle componenti opache delle facciate esterne di edifici singoli e di condomini.

In questo focus ci si soffermerà invece sulle detrazioni fiscali catalogabili come Ecobonus 2020, puntualizzando le eventuali differenze rispetto al 2019 e fornendo un quadro esaustivo di tutti gli interventi e le aliquote di detrazione previste per il 2020.

Mediante l’utilizzo del software TERMOLOG vedremo, da un lato, come è possibile produrre in maniera semplice ed immediata la documentazione richiesta per i lavori di riqualificazione energetica previsti dall’Ecobonus, dall’altra come valutare se l’intervento in esame soddisfa i requisiti per accedere agli incentivi fiscali.

Scopri i nuovi incentivi fiscali Ecobonus 2020 e Bonus Facciate


Principali contenuti dell'Ecobonus 2020

Il 30 dicembre 2019 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Legge di Bilancio 2020 che ha prorogato per tutto il 2020 i bonus fiscali per l’efficienza energetica degli edifici, in particolare l'Ecobonus.

Rispetto a quanto previsto per l'Ecobonus dalla "Legge di Bilancio 2019", nel 2020 abbiamo confermate le seguenti detrazioni:

  • per la sostituzione di infissi, impianti di climatizzazione con caldaie a condensazione, installazione caldaie a pellet e di schermature solari. L’aliquota prevista è rimasta pari al 50% delle spese sostenute.
  • per la coibentazione dell’involucro opaco, installazione pompe di calore, collettori solari per ACS, scalda acqua a pompa di calore, sistemi di generazione ibridi e sistemi di building automation. L’aliquota prevista è rimasta pari al 65% delle spese sostenute.
  • per lavori su parti comuni di condomini. Le aliquote variano dal 70% a 75% della spesa sostenuta con un tetto di spesa di 40.000 euro per ogni unità immobiliare. Nel caso fossero realizzati nelle zone sismiche 1, 2, 3 e comportassero il passaggio ad una classe di rischio inferiore, l’aliquota di detrazione potrebbe passare all’80%; all’85% con due classi di rischio inferiore. Il tetto di spesa previsto è di 136'000 euro per ogni unità immobiliare.

Con la Legge di Bilancio 2020 la possibilità di ottenere uno sconto diretto in fattura di ammontare pari all'incentivo fiscale cambia significativamente rispetto al passato: questa possibilità riguarda solo i lavori catalogabili come ristrutturazione importante di primo livello da D.M.26-06-2015, di almeno 200'000 euro sulle parti comuni di edifici in condominio. Questa opportunità è rimasta solo per l'Ecobonus e non per il Sismabonus. La cessione del credito invece è possibile sia per Ecobonus che per Sismabonus e non, ricordiamo, per il Bonus Facciate.

Di seguito forniamo un quadro sintetico delle opportunità fiscali previste dagli Ecobonus: per ciascun tipo di lavoro incentivabile sono consultabili le rispettive aliquote di detrazione e il limite massimo di spesa consentito:

Quadro sintetico delle opportunità fiscali previste dagli Ecobonus 2020
Quadro sintetico delle opportunità fiscali previste dagli Ecobonus 2020

Nei paragrafi successivi sono presentati alcuni degli interventi più comuni che ricadono negli Ecobonus 2020 ed è mostrato come utilizzare TERMOLOG per la loro verifica.

La riqualificazione dell’involucro opaco al 65%

Tra i lavori di riqualificazione energetica sull'involucro opaco sicuramente uno dei più diffusi è l’installazione di un cappotto termico.

Nel caso il cappotto si configuri esclusivamente come un intervento sull’involucro dell’edificio (comma 345), l’ottenimento della detrazione è condizionato dalla verifica che la trasmittanza della parete sia inferiore ai valori di Ulim riportati nell’Allegato B del D.M. 11 marzo 2008, come modificato dal D.M. 26 gennaio 2010. Si ricorda che la verifica di trasmittanza della struttura deve essere eseguita considerando anche i ponti termici associati e che i ponti termici da calcolare devono essere solo quelli relativi alle parti comuni dell'edificio (nei condomini occorre quindi non considerare il ponte termico parete-serramento quando questo non appartiene alle parti comuni).

TERMOLOG permette al progettista di inserire in maniera veloce ed intuitiva la presenza del materiale isolante nella stratigrafia della parete, di valutarne la trasmittanza e di verificare il rispetto delle condizioni per avere la detrazione:

Rappresentazione tridimensionale della stratigrafia della parete su cui è stato applicato il cappotto termico
Rappresentazione bidimensionale della stratigrafia della parete su cui è applicato il cappotto termico
Calcolo della trasmittanza termica della parete con cappotto
Calcolo della trasmittanza termica della parete con cappotto

Per questa tipologia di intervento l’accesso alle detrazioni non può prescindere però dalla necessità per il committente di presentare la relazione tecnica ex-legge 10 che attesti il rispetto delle verifiche richieste dal D.M. 26-06-2015.

In particolare per il D.M. 26-06-2015 l’installazione di un cappotto termico può rientrare in una delle seguenti tipologie di intervento:

  • Ristrutturazione importante di 2° livello: quando l’intervento riguarda più del 25% della superficie disperdente.
  • Riqualificazione energetica: intervento che interessa l’involucro e non ricade nel 2° livello.

Individuare la tipologia di intervento è di fondamentale importanza per scegliere ed eseguire le verifiche richieste dal D.M. 26-06-2015.

TERMOLOG cerca di agevolare il progettista già nelle fasi preparatorie del lavoro: la schermata “cosa vuoi fare oggi” è suddivisa in piastrelle, ciascuna delle quali corrisponde ad una determinata tipologia di lavoro da portare a termine, come una diagnosi energetica, il calcolo del ponte termico o, come per questo caso, una legge 10 per la posa del cappotto termico.

La schermata “cosa vuoi fare oggi” di TERMOLOG
La schermata “cosa vuoi fare oggi” di TERMOLOG

TERMOLOG imposterà il file della relazione con tutti i default necessari per la verifica di un cappotto termico, dalla tipologia di intervento ai parametri termici da verificare:

Le impostazioni iniziali di TERMOLOG per un intervento di ristrutturazione importante di 2° livello
Le impostazioni iniziali di TERMOLOG per un intervento di ristrutturazione importante di 2° livello

Relativamente alla installazione di un cappotto termico esterno, l'aliquota di detrazione ottenibile, qualora fossero rispettati i vincoli previsti dal Bonus Facciate, potrebbe raggiungere il 90%; nel caso non lo fossero o nel caso di lavori eseguiti su altri elementi opachi non appartenenti alla facciata, l'aliquota si fermerebbe al 65% dell'Ecobonus. Optando per l'utilizzo del Bonus Facciate non è possibile utilizzare la cessione del credito.

La sostituzione dei serramenti al 50%

L'Ecobonus 2020 permette di ottenere una detrazione del 50% delle spese sostenute per la sostituzione dei serramenti.

Per questa tipologia di intervento non è richiesta la stesura della relazione tecnica ex-legge 10, mentre per l’ottenimento della detrazione è richiesto di asseverare che i nuovi serramenti installati abbiano una trasmittanza minore a quella presente originariamente e che rispetti i valori limite più restrittivi previsti dal D.M.26-06-2015 e dal D.M.26-01-2010

TERMOLOG permette di eseguire l’asseverazione dei serramenti, stimando la trasmittanza termica con la normativa UNI 10077. Per eseguire questa operazione occorre aprire la scheda tecnica della serramento e compilare tutti i dati di input relativi a geometria, tipo di telaio, vetro e ponte termico tra vetro e telaio:

Calcolo della trasmittanza termica del serramento secondo la norma UNI 10077
Calcolo della trasmittanza termica del serramento secondo la norma UNI 10077

Nel caso la sostituzione dei serramenti abbinata all'applicazione del cappotto termico o ad altro intervento sull'involucro opaco fosse applicata alle parti comuni di un condominio, interessando una superficie disperdente maggiore del 25% della superficie disperdente complessiva, l'aliquota di detrazione potrebbe raggiungere il 70% o, entro certe condizioni discusse qui di seguito, il 75%.


La qualità del fabbricato per i lavori sulle parti comuni dei condomini

Quando l'intervento di miglioramento riguarda le parti comuni di condomini è possibile ottenere detrazioni delle spese sostenute che partono dal 70% e possono raggiungere anche il 75% nel caso si attesti il raggiungimento di almeno la qualità media del fabbricato, come previsto dal D.M. 26-06-2015.

Il fabbricato è l'involucro disperdente dell'edificio che sto analizzando e per cui valuto un miglioramento della prestazione energetica.

La prestazione energetica del fabbricato è quantificabile dalla sua prestazione in energetica in inverno, espressa in termini di fabbisogno energetico utile EPHnd, ed in estate, espressa in termini di area solare equivalente estiva Asol,est e di trasmittanza termica periodica YIE che troviamo ben rappresentate nella pagina iniziale degli Attestati di Prestazione Energetica:

Attestato di Prestazione energetica con evidenziata la prestazione del fabbricato
Attestato di Prestazione energetica con evidenziata la prestazione del fabbricato


La detrazione delle spese raggiunge l'aliquota del 75% solo se l'intervento eseguito sulle parti comuni del condominio supera il 25% della superficie disperdente complessiva ed aumenta la prestazione del fabbricato da bassa (emoticon "triste") fino almeno ad una prestazione media.

Sia per valutare la prestazione di partenza del fabbricato, che per controllare di avere raggiunto almeno una prestazione media, è possibile utilizzare TERMOLOG:

  • Il primo step da compiere è inserire nel software il modello dell'edificio; questo può essere fatto sia secondo un approccio tabellare, che attraverso gli svariati strumenti grafici messi a disposizione dell'utente da TERMOLOG.
  • Successivamente è possibile controllare qual è la prestazione energetica di partenza del fabbricato, che ai fini delle detrazioni deve essere obbligatoriamente quella bassa.
  • Infine, si imposta il miglioramento energetico per cui si vuole ottenere la detrazione avvalendosi dello strumento confronta, e si valuta la prestazione raggiunta.

Scopri i nuovi incentivi fiscali Ecobonus 2020 e Bonus Facciate

Sara Nobili - Ingegnere civile
Sara Nobili
Ingegnere civile
Segui l´Ingegnere civile Sara Nobili su Linkedin

Laurea in Ingegneria civile indirizzo geotecnico.
Mi occupo di assistenza tecnica per i software Logical Soft, interagendo con il cliente durante tutte le fasi di utilizzo dei software, dalla modellazione dell'edificio all'analisi dei risultati tramite la redazione di manuali, video tutorial e affiancamenti personalizzati. Sono docente nei corsi di formazione e nei webinar organizzati da Logical Soft per promuovere e facilitare l'utilizzo dei programmi.
Faccio parte del Team di Produzione del software TERMOLOG di Logical Soft S.r.l., collaboro alle attività di test e di controllo a cui sono costantemente sottoposti tutti i moduli di TERMOLOG. Ho partecipato allo sviluppo degli algoritmi di calcolo che sono alla base dei moduli relativi alla contabilizzazione del calore, al calcolo dei ponti termici ad elementi finiti, alla diagnosi energetica degli edifici e al calcolo dei criteri ambientali minimi (CAM).
Per Logical Soft sono redattrice di articoli di approfondimento, di focus tecnici e di ebook sui temi energetici e acustici.
Ho svolto attività di analisi per lo sviluppo degli algoritmi di calcolo del software ACUSTILOG di Logical Soft S.r.l. per la valutazione previsionale dei requisiti acustici passivi di un edificio e per la classificazione acustica.
Sono stata docente nelle lezioni dei corsi per tecnici in acustica organizzati dal Politecnico di Milano (Scuola Master F.lli Pesenti e del Dipartimento ABC).

Seguici su: