Superficie utile: come considerare la scala interna?

La superficie utile è una delle grandezze più importanti per l’APE, il progetto o l’APE Convenzionale Superbonus. Come considerare la scala interna? Vediamo insieme cosa fare per non commettere errori.

La Superficie utile delle zone termiche

La superficie utile è una grandezza fondamentale nel calcolo degli indici di prestazione. Attraverso la superficie utile, infatti, si normalizzano gli EP dell’edificio, dell’edificio di riferimento e si determina la classe energetica.

Normalizzare significa rendere il valore dell’EP (Indice di prestazione) specifico, ovvero al m2 di superficie. Basti pensare alla dimensione che assumono gli indici nella targa energetica, kWh/m2 anno. Quella superficie che si trova al denominatore è proprio la superficie utile.

Abbiamo a che fare con questo valore in tutte le situazioni in cui è necessario calcolare un indice di prestazione: nell’APE, nella Legge 10 e anche nell’APE Convenzionale. Per calcolarla correttamente ricordiamoci che nella superficie utile si considerano:

  • le superfici nette dei locali
  • le aree degli ambienti fino ad una altezza di 1,5m
  • i soppalchi calpestabili di altezza superiore a 1,5m
  • le soglie delle porte e le nicchie sotto radiatore.

Non si considerano invece:

  • gli spessori dei tramezzi interni e delle murature esterne
  • le aree dei soppalchi non calpestabili

Superficie utile: come considerare la scala interna?

Le scale interne agli ambienti riscaldati determinano il classico foro solaio necessario per garantire l’accesso agli ambienti. Ma come si fa a considerare la scala interna e il foro solaio nella superficie utile?

Per rispondere a questa domanda guardiamo il video tratto dal webinar di Logical Soft Come redigere un APE senza errori. Nel rivedere le regole base per realizzare un attestato di prestazione energetica, ci siamo soffermati sulle scale interne e sul foro solaio.

Come conteggiare la scala interna nella superficie utile – la risposta nel video

Nel video spiego i principi corretti per conteggiare la scala interna nella superficie utile ai fini della certificazione energetica degli edifici. Attenzione: non ci si riferisce ai vani scala non riscaldati. Questi infatti sono ambienti non climatizzati e vanno naturalmente tolti dalla superficie utile. Se vuoi cimentarti nel calcolo ti consiglio di provare TERMOLOG e seguire questo utilissimo Tutorial che ti spiega passo passo come considerare nel modello energetico la scala interna.

In conclusione: come calcolare la scala interna nella superficie utile

Come abbiamo visto, dobbiamo considerare alcune regole fondamentali per trattare correttamente le scale interne.

Le regole per considerare la scala interna nella superficie utile
Per conteggiare le scale interne nella superficie utile occorre escludere la dimensione A, comprendere le dimensioni B e C.

Come si fa in definitiva a considerare la scala interna? Ecco le tre regole fondamentali:

  1. al piano sotto la scala: scartare la porzione di area con altezza inferiore a 1.5m
  2. al piano superiore: proiettare la scala inclinata su un piano orizzontale
  3. sommare alla superficie utile di zona il valore minimo tra l’area della proiezione della scala e il foro solaio.

Ottieni un APE senza errori

annachiara_castagna 150x150
Annachiara Castagna

Ingegnere Edile, esperta in analisi energetica degli edifici e product manager del software TERMOLOG di Logical Soft.
Leggi il profilo completo