Legge di Bilancio 2022: tutte le novità sulla manovra

Il Consiglio dei Ministri il 28 Ottobre scorso ha approvato una maxi-manovra per i prossimi tre anni da ben 30 miliardi di Euro all’anno. Il Disegno di Legge di Bilancio 2022 prevede tanti ed importanti cambiamenti. Vediamo assieme tutto quello che riguarda l’edilizia.

DDL Bilancio 2022: una manovra espansiva

E’ arrivata giovedì scorso la bozza della Legge di Bilancio, una misura scritta a quattro mani da Mario Draghi e Daniele Franco. Nel testo sono indicate tutte le scelte disposte dal Governo: dalle pensioni alle tasse, senza dimenticare i vari bonus destinati alle imprese e ai cittadini. L’impianto della manovra fiscale ed i relativi capitoli di spesa sono tutti indicati nel Documento Programmatico di Bilancio, inviato all’Unione Europea già dalla scorsa settimana.

Qual è l’agevolazione più adatta per riqualificare il tuo edificio?

Per il Premier Draghi è “una manovra espansiva“.

Unanimemente positivo è infatti il giudizio sulla stabilizzazione fino al 2024 di Ecobonus e Sismabonus, anche se l’eliminazione della cessione del credito potrebbe diminuire la domanda.

Il Disegno di Legge di Bilancio 2022 prevede tanti ed importanti cambiamenti: molte misure confermate ma con qualche novità.
Il DDL di Bilancio 2022 prevede tanti ed importanti cambiamenti: molte misure confermate ma con qualche novità.

Legge di Bilancio 2022: le proroghe differenziate dei bonus edilizi

Analizziamo innanzi tutto cosa succede agli investimenti immobiliari privati:

  • gli incentivi al 50% e al 65% e relative maggiorazioni sono prorogati con le stesse aliquote fino al 2024;
  • gli incentivi al 110% per i condomini e gli IACP sono estesi al 2023, con riduzione al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025;
  • abitazioni unifamiliari: il 110% è esteso solo al 30 Giugno 2022 per le abitazioni principali di persone fisiche. Si prevede però una proroga al 31 Dicembre 2022, solo nel caso il proprietario abbia un ISEE non superiore a 25.000 €;
  • gli incentivi per le facciate sono confermati anche nel 2023 con una percentuale agevolata minore, pari al 60%.

Nell’art. 8 della bozza si legge che le modalità alternative di utilizzo delle agevolazioni edilizie ossia sconto in fattura e cessione del credito sono prorogati fino al 2025 ma solo per il Superbonus 110%. Quindi se ne evince che per tutte le altre agevolazioni edilizie, sconto e cessione termineranno a breve, ossia il 31 Dicembre 2021.

Le proroghe particolareggiate dei bonus

Vediamo ora quali sono le proroghe particolareggiate ed a quanto ammontano i benefici previsti:

  • aumentata dal 36% al 50% la detrazione per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio;
  • ridotta dal 90% al 60% la percentuale detraibile per il Bonus Facciate, prorogato solo fino al 2022;
  • confermato il Superbonus 110% per le spese sostenute fino al 31 Dicembre del 2023 per interventi effettuati dai condomini e persone fisiche. Dopodiché la misura si ridurrebbe:
    • al 70% per le spese sostenute nell’anno 2024;
    • al 65% per le spese sostenute nell’anno 2025.

Passiamo ora agli interventi effettuati dagli edifici convenzionati di edilizia economica popolare e dalle cooperative edilizie. In questi casi è prevista la proroga al 31 Dicembre 2023 solo se alla data del 30 Giugno 2023 sono stati già completati i lavori almeno al 60% dell’intervento complessivo.

Bonus Facciate: salvataggio in corner

Solo fino a qualche giorno fa, la misura pareva destinata ed esaurirsi, ma per incentivare il turismo e per rendere l’Italia più bella ed accogliente si è optato per l’estensione. Siamo sicuri che questo sortirà risultati più che positivi anche in diversi altri settori.

Legge di Bilancio 2022: bonus mobili ed elettrodomestici

La proroga fino al 2024 sarà data anche per il bonus mobili ed il bonus elettrodomestici, con una riduzione di 2/3 del tetto di spesa in base al quale è calcolata la detrazione del 50%. Prima il limite era di 10.000 €, elevato nel 2021 a ben 16.000 €, ora passerà a soli 5.000 €.
Giova ricordare che il bonus di cui sopra riguarda mobili e/o elettrodomestici per arredare immobili oggetto di ristrutturazione.

Qual è l’agevolazione più adatta per riqualificare il tuo edificio?
Fabrizio Dellacha'
Fabrizio Dellachà

Ingegnere Edile/Architetto, laureatomi presso l’Università degli Studi di Pavia.
Svolgo l’attività di libero professionista, sono CTU presso il foro Alessandrino e mi dedico alle tematiche energetiche, all’impiantistica, alle fonti rinnovabili ed alla sostenibilità in edilizia.
Leggi il profilo completo