TERMOLOG EpiX 9 Modulo CONTABILIZZAZIONE
COSA CAMBIA CON LA 10200:2018
La nuova norma ricostruisce e razionalizza tutta la procedura di riparto delle spese e introduce importanti novità che sono presenti nel nuovo Modulo CONTABILIZZAZIONE.
Servizio di raffrescamento
Si definisce il metodo di ripartizione delle spese per il servizio di climatizzazione estiva o raffrescamento, non contemplato nei testi precedenti.
Scenari di modellazione dell'edificio
L'Appendice D chiarisce come costruire il modello energetico e distingue due tipologie: un modello valutato in condizioni standard A2, come solitamente avviene nel caso di progetto energetico o APE; l'altro modello valutato in condizioni A3, le condizioni reali tipiche della diagnosi energetica.
Diventa fondamentale poter eseguire entrambe le analisi, APE e Diagnosi energetica: in base alla richiesta il Modulo CONTABILIZZAZIONE può importare i dati dai Moduli DIAGNOSI, CERTIFICATORE e PROGETTISTA di TERMOLOG.

Tipologia di parametri Come si valutano
Dati finalizzati ai millesimi A2 (asset rating) - Valutazione basata sulle condizioni standard
Nel modello finalizzato al calcolo dei millesimi si considerano eventuali interventi di miglioramento energetico eseguiti su parti comuni di edifici condominiali
Dati finalizzati a prospetto previsionale e consuntivo A3 (tailored rating) - Valutazione basata sulle condizioni di utilizzo reale dell'edificio ovvero in condizioni di diagnosi energetica.
Il modello considera tutti gli interventi di miglioramento eseguiti, compresi quelli relativi alle singole unità immobiliari
Consumo involontario
Nel caso di contabilizzazione indiretta si introduce il fattore d'uso dell'edificio come rapporto tra il consumo totale effettivo e il fabbisogno di ingresso alla distribuzione calcolato in condizioni di diagnosi energetica.
Rapporto tra il consumo totale effettivo e il fabbisogno di ingresso alla distribuzione calcolato in condizioni di diagnosi energetica
Questo indicatore permette di valutare la quota indiretta distinguendo edifici con occupazione continua (fx,uso > 0,8) da edifici con utilizzo discontinuo o saltuario (fx,uso ≤ 0,8). La valutazione del fattore d'uso deve essere eseguita annualmente.
Perdite delle tubazioni correnti nelle singole unità immobiliari
La norma dettaglia i consumi obbligati nei casi di tubazioni costituenti l'anello monotubo e per tubazioni poste a monte del punto di distacco dall'impianto condominiale.
Nel primo caso si configurano le perdite di distribuzione delle tubazioni come consumi obbligati; nel secondo caso di cui fanno parte ad esempio gli impianti a montanti verticali, il singolo tubo si considera una servitù e non una proprietà: le perdite sono da attribuirsi alla quota involontaria e devono essere ripartite in millesimi.
Configurazioni multi fabbricato
La nuova 10200 specifica come comportarsi in caso di singole unità non contabilizzate, compresenza di sistemi di contabilizzazione differenti e condomini costituiti da una pluralità di edifici.
Millesimi di climatizzazione nel caso di impianti a tutt'aria
Per impianti aeraulici è possibile valutare i millesimi in funzione della portata emessa dall'impianto (qve,mn in m3/h)
Metodo dimensionale
Tra i radiatori già presenti nell'Appendice C si aggiunge il tipo "radiatore in ghisa con colonne piccole e mozzo 60 mm" con coefficiente kvol pari a 15500 (W/m3)-1. Inoltre nella potenza emessa dai radiatori sono eliminati i tratti di tubo in entrata ed uscita dal singolo radiatore.
Modelli di stampa
All'interno dell'Appendice G si suggeriscono i contenuti delle relazioni di stampa e il modello di Bolletta energetica da consegnare a ciascun condomino.