Massimizzare l’efficienza del Motore CENED+2.0

Gli strumenti di TERMOLOG per il progetto e la certificazione energetica in Lombardia
28/02/2018 - Ing. Annachiara Castagna, Ricerca e Sviluppo Logical Soft
Riproduzione riservata
In Lombardia dall'ottobre 2015 ad oggi sono stati emessi circa 450 mila certificati energetici, vale a dire oltre 750 APE al giorno; nel mese di febbraio 2018 sono 9.500 i cantieri aperti per soli edifici residenziali, molti dei quali avranno sicuramente richiesto la redazione della ex-Legge 10 come documento obbligatorio.
Regione Lombardia ha messo a disposizione il software gratuito CENED+2.0 composto dal Motore di calcolo CENED+2.0 e dall'interfaccia standard fornita gratuitamente dalla Regione.
TERMOLOG LOMBARDIA è l'interfaccia alternativa sviluppata da Logical Soft che utilizza lo stesso Motore di calcolo CENED+2.0. Accreditato da ILSPA, TERMOLOG offre molteplici vantaggi per un utilizzo più veloce ed efficiente.
In questo focus mettiamo a confronto l'interfaccia standard di CENED+2.0 e TERMOLOG che, in estrema sintesi, offre:
  • INPUT dei dati semplificato, grafico e tabellare, con importazione da CAD e da BIM (DWG e IFC), con calcolo automatico degli aggetti, degli ombreggiamenti e riconoscimento automatico dei ponti termici dell'edificio.
  • PROGETTAZIONE energetica completa e stampa della relazione tecnica secondo il Dduo 2456/2017 (ex-Legge 10) utilizzando il Motore CENED+2.0; verifica dei requisiti nZEB; esportazione dell'APE e dei documenti richiesti dall'ufficio U.C.R.Edil del Comune di Milano.
  • Controllo e analisi approfondita dei risultati, con grafici interattivi che permettono di avere una visione immediata dei dati e di analizzare nel dettaglio la validità dei risultati di calcolo.
  • Possibilità di integrare moduli per il calcolo dei ponti termici agli elementi finiti, la diagnosi energetica, la contabilizzazione del calore e l'analisi energetica dinamica oraria dell'edificio secondo la EN ISO 52016.


CENED+2.0: quando è obbligatorio e quando no
Per produrre l'APE in Regione Lombardia è obbligatorio utilizzare il software CENED+2.0? Il software CENED+2.0 consente anche di redigere la relazione Legge 10?
Cosa impone Regione Lombardia in questo caso?

Proviamo a fare un po' di chiarezza sugli obblighi vigenti sul territorio regionale e sulle alternative possibili, partendo dal software CENED+2.0.
Con l'introduzione della nuova DGR 3868/2015, l'Organismo di Accreditamento ha reso disponibile il software CENED+2.0 che è costituito da due parti denominate CENED+2.0 Client e CENED+2.0 Motore.

CENED+2 Client è l'interfaccia, la sequenza di maschere che il professionista utilizza per inserire i dati dell'edificio, lanciare il calcolo del Motore CENED+2.0 ed esportare il file XML per il catasto CEER.

CENED+2 Motore è il cuore del software, il motore in grado di eseguire i calcoli riportati nell'Allegato H della Dduo 2456/2017 (aggiornamento delle precedenti Dduo 6848/2015 e 176/2017). Il Motore CENED è il nucleo solido che prende i dati di input e rilascia i valori finali a valle del calcolo: l'indice di prestazione, la classe energetica e tutti gli indicatori principali.
La scelta di Regione Lombardia è stata quella di rendere obbligatorio per la redazione dell'APE l'utilizzo di CENED+2.0 Motore ma non dell'interfaccia client, contrariamente a quanto avveniva prima. Quindi per redigere gli attestati è obbligatorio eseguire il calcolo con il Motore CENED +2.0 ma non è necessario utilizzare il software CENED+2.0.
Tutte le Software House che lo desiderano possono sviluppare una interfaccia che permette di passare i dati al Motore CENED+2.0 e produrre il file XML direttamente per CEER, il catasto energetico lombardo.

Grazie all'autorizzazione rilasciata da Regione Lombardia, è possibile produrre l'APE con TERMOLOG ed esportare il file XML da caricare direttamente sul catasto regionale CEER.
Per emettere un APE è necessario seguire la normativa vigente il giorno di deposito dell'attestato: la maggior parte dei certificati che vengono emessi tutti i giorni non possono che seguire l'attuale Allegato H della Dduo 2456/2017. Quando l'attestato di prestazione energetica riguarda un nuovo progetto o una ristrutturazione il cui inizio lavori risulta depositato entro il 31/12/2015 allora è possibile utilizzare il vecchio motore CENED, che è disponibile anche in TERMOLOG.

E la relazione di progetto (ex-Legge 10)?

La relazione tecnica ex-Legge 10 contiene la rispondenza del progetto energetico alle verifiche richieste dalla norma: il metodo di calcolo e le verifiche sono determinate dagli obblighi vigenti alla data del permesso di costruire. Non è difficile quindi trovare ancora relazioni di progetto eseguite in base al Decreto 8745/2008 e agli algoritmi della 5796/2009 ma per tutti gli edifici con titolo successivo al 1° gennaio 2016 è necessario seguire la procedura regionale in vigore.
A differenza della versione precedente, il software CENED+2.0 non permette di redigere automaticamente la relazione progettuale ma si limita ad eseguire le verifiche di legge previste per i principali indicatori degli edifici nuovi o sottoposti a ristrutturazione importante di primo livello, ad energia quasi zero.
A supporto della progettazione il software regionale espone soltanto i principali indicatori e non tutti quelli richiesti nella documentazione. Regione Lombardia ha precisato che per la predisposizione della Relazione Tecnica ex-Legge 10 non si impone l'utilizzo del motore di calcolo CENED+2.0 ma risulta ammesso qualsiasi programma di calcolo che rispetti gli algoritmi indicati nella procedura di calcolo regionale (Allegato H della Dduo 2456/2017).

Ricordiamo inoltre che dal 01/01/2016 tutti i nuovi edifici lombardi devono essere ad energia quasi zero, ovvero devono rispettare i requisiti di prestazione energetica previsti per gli edifici nZEB ai quali è richiesta una particolare qualità energetica. Nel resto d'Italia l'obbligo è solamente posticipato di qualche anno. Questo ha costretto committenti e progettisti a confrontarsi da subito con il tema degli edifici ad energia quasi zero e approfondire ancora di più l'utilizzo di tecnologie particolarmente efficienti e l'integrazione delle rinnovabili.

TERMOLOG utilizza il Motore CENED+2.0 anche per redigere la relazione tecnica progettual
e (ex-Legge 10). Questo porta numerosi vantaggi:
  • È perfettamente conforme alla procedura di calcolo di Regione Lombardia: il Motore CENED+2.0 è esso stesso la trascrizione degli algoritmi della procedura regionale.
  • Permette di determinare la classe energetica dell'edificio con gli stessi criteri che utilizzerà il certificatore energetico: visto che l'APE è sicuramente redatto con il Motore CENED+2.0 utilizzare la stessa procedura garantisce rispondenza nei risultati.
  • Consente di progettare edifici nZEB, verificando facilmente il raggiungimento dei requisiti previsti.
  • Consente di creare il fac-simile dell'APE e di esportare il file XML richiesto all'atto del deposito della relazione Legge 10 da numerosi regolamenti comunali, uno tra tutti il Comune di Milano, con un congruo risparmio di tempo.
TERMOLOG aggiunge tutte le verifiche che non vengono eseguite dal Motore CENED+2.0 consentendo così il perfetto rispetto della normativa.
Dal punto di vista puramente tecnico inoltre ricordiamo che la procedura di calcolo nazionale UNI TS 11300 e l'Allegato H di Regione Lombardia sono molto simili ma non del tutto identici.


Un solo modello, tanti risultati

In questo momento all'interno del software TERMOLOG esistono tre motori di calcolo diversi:
  • Il Motore di TERMOLOG, basato sulle UNI TS 11300 e certificato CTI
  • Il Motore CENED+2.0, motore regionale sviluppato da Regione Lombardia, per il quale TERMOLOG è accreditato
  • Il Motore DINAMICO ORARIO: basato sulla norma EN ISO 52016 e validato dal Politecnico di Milano, che permette di eseguire il progetto e la diagnosi energetica in regime dinamico orario.
Questi tre motori lavorano a partire dallo stesso modello energetico, ovvero il modello di involucro e impianto dell'edificio realizzato con input grafico o tabellare, con tutti gli strumenti di modellazione rapida messi a disposizione dal software.
A valle del calcolo UNI TS 11300 di TERMOLOG è possibile inoltre esportare tutti i dati per CasaClima Open e ottenere la classificazione CasaClima con le classi A+ e Gold.
Se prendiamo ad esempio un professionista che deve eseguire un progetto in Lombardia (ma non solo) possiamo comprendere come TERMOLOG offra un enorme vantaggio; con lo stesso e unico modello energetico di edificio e con la semplice pressione di un comando diverso è possibile:
  • Eseguire il calcolo con il Motore CENED+2.0 per redigere la relazione di progetto (ex Legge 10) ed esportare il fac-simile di APE
  • Eseguire il progetto dell'edificio valutando le reali condizioni d'uso e il comfort degli utenti attraverso la simulazione dinamica EN ISO 52016
  • Eseguire il calcolo con il Motore UNI TS 11300 di TERMOLOG ed esportare il file completo per il software CasaClima Open, ottenendo così la classe CasaClima.
Strumenti avanzati per l'APE e il progetto energetico
Il software CENED+2.0 e TERMOLOG garantiscono la conformità agli algoritmi della Dduo 2456/207 e quindi il medesimo risultato perché entrambi utilizzano il Motore CENED+2.0.
La differenza risiede soltanto nell'interfaccia e dopo aver inserito il modello del sistema edificio – impianto viene avviato automaticamente il Motore CENED+2.0, un'applicazione java, il quale mette in sequenza tanti singoli "servizi di calcolo" che eseguono la valutazione della trasmittanza, le ombre dell'edificio, la valutazione delle perdite di impianto fino alla determinazione degli indici di prestazione dell'edificio.

Come risolve TERMOLOG le criticità tipiche della modellazione energetica e dell'analisi dei risultati?

Analizziamo le fasi rilevanti e gli strumenti di cui possiamo servici per risolverle con la massima efficienza.
RILIEVO DEI DATI
OBIETTIVO: raccolta dei dati e costruzione del modello già in fase di sopralluogo.
STRUMENTI: schede di raccolta dati per strutture di involucro e generatori; archivio UNI TR 11552 per strutture di edifici esistenti; navigazione della mappa catastale e ricostruzione nell'input grafico di TERMOLOG, raccolta delle dimensioni rilevate per la compilazione automatica dell'involucro disperdente, archivio foto.
VANTAGGIO: utilizzando l'applicazione TERMOTAB è possibile sincronizzare tutti i dati rilevati con il software TERMOLOG e procedere velocemente alla creazione del modello energetico.
CREAZIONE DEL MODELLO ENERGETICO: importazione da CENED
OBIETTIVO: rendere disponibili i dati di involucro delle certificazioni già eseguite per eventuali progetti di riqualificazione e diagnosi energetica.
STRUMENTI: importazione delle strutture e delle anagrafiche dall'archivio del software CENED+1.2. Ricostruzione dell'intero involucro disperdente comprensivo di zone non climatizzate, angoli di ombreggiamento e ponti termici.
VANTAGGIO: consentire lo sviluppo di progetti di riqualificazione e diagnosi senza dover ricreare i dati di involucro.
CREAZIONE DEL MODELLO ENERGETICO: INPUT TABELLARE
OBIETTIVO: semplificare l'inserimento dei dati per la certificazione energetica di singole unità immobiliari residenziali.
STRUMENTI: collegamento all'archivio UNI TR 11552 per strutture di edifici esistenti; inserimento dell'involucro con semplici tabelle; wizard impianto per la creazione dei circuiti impiantistici e inserimento dei generatori; interventi di miglioramento energetico definiti in automatico.
VANTAGGIO: il wizard APE Smart concentra tutti e soli i dati obbligatori per l'emissione della certificazione energetica. Attraverso dieci semplici schede di input si definisce la geometria dell'appartamento, gli elementi disperdenti, i ponti termici, gli impianti e si giunge rapidamente all'esportazione XML dell'APE comprensiva di interventi migliorativi sull'involucro disperdente.
CREAZIONE DEL MODELLO ENERGETICO: INPUT GRAFICO
OBIETTIVO: passare dal modello architettonico al suo modello energetico rispecchiando la realtà e interpretandola con le regole previste per il calcolo energetico degli edifici
STRUMENTI: importazione da PDF, JPG, DXF e DWG con riconoscimento automatico di aree, volumi e superfici disperdenti. Creazione automatica del modello tridimensionale partendo dal CAD 2D. Rilevazione automatica degli ombreggiamenti dell'edificio disegnando direttamente nell'input grafico gli aggetti orizzontali, verticali e gli ostacoli che rappresentano il contesto urbano. Modellazione piani con quote libere e generazione di spazi con volumi e geometrie complesse o edifici con solai a diverse quote di partenza.
VANTAGGIO: La rappresentazione grafica tridimensionale e realistica mette in risalto il modello energetico sia che si tratti di progetto che di un semplice APE valorizzando il lavoro del professionista.
CREAZIONE DEL MODELLO ENERGETICO: I PONTI TERMICI
OBIETTIVO: facilitare l'inserimento dei ponti termici nel modello di input grafico dell'edificio.
STRUMENTI: inserimento automatico e associazione automatica dei ponti termici delle tipologie: Angolo rientrante e sporgente, Pavimento e copertura, Pilastro e Parete interna, Serramento.
VANTAGGIO: l'Input grafico di TERMOLOG determina automaticamente i ponti termici presenti rappresentandoli nel disegno e nel modello 3D; calcola automaticamente la lunghezza e la associa alle strutture opache di involucro, per giungere rapidamente al calcolo completo delle dispersioni o alla verifica della trasmittanza media degli elementi.
CREAZIONE DEL MODELLO ENERGETICO: modellatore BIM
OBIETTIVO: permettere la trasmissione dei dati con metodologia di lavoro BIM, con importazione ed esportazione da qualsiasi CAD 3D.
STRUMENTI: importazione automatica da file in formato IFC da qualsiasi CAD BIM, con lettura di stratigrafie e geometrie complesse. Esportazione in IFC dal modello BIM di TERMOLOG con tutte le proprietà geometriche e termiche indicate nel progetto.
VANTAGGIO: trasferimento dei dati attraverso un unico modello geometrico. L'edificio importato in IFC viene ricostruito interamente nell'input grafico di TERMOLOG per eventuali modifiche ed integrazioni. L'esportazione in formato IFC consente di utilizzare il semplice modellatore di TERMOLOG per entrare nel mondo BIM anche senza la conoscenza di un CAD specifico o consentire la diagnosi sismica attraverso TRAVILOG.
INSERIMENTO DATI DI IMPIANTO
OBIETTIVO: rendere rapido l'inserimento di impianti semplici e facilitare la creazione di impianti complessi con multi sistemi sulle singole zone o sistemi di poli generazione.
STRUMENTI: Inserimento automatico dei sistemi di climatizzazione invernale, estiva e di produzione di ACS e accesso all'archivio di oltre 2.500 tipologie di generatori commerciali (caldaie e pompe di calore).
VANTAGGIO: inserimento guidato di massimo sei tipologie compresenti di impianto idronico, aeraulico e diretto. Preparazione dei dati nell'interfaccia di TERMOLOG per i casi più complessi. Determinazione automatica delle potenze emesse e richieste dall'involucro all'impianto.
INTERVENTI MIGLIORATIVI E RACCOMANDAZIONI
OBIETTIVO: determinare scenari di miglioramento energetico per introdurre le raccomandazioni sull'APE o definire la migliore soluzione progettuale
STRUMENTI: wizard di creazione automatica degli interventi di miglioramento sulle strutture di involucro (opache e serramenti); analisi economica UNI 15459 per la determinazione della convenienza economica degli interventi.
VANTAGGIO: grazie alla creazione guidata degli scenari è possibile ottemperare rapidamente all'obbligo di indicazione delle raccomandazioni nell'APE. In fase di progetto o diagnosi energetica consente la valutazione approfondita della migliore tra le diverse simulazioni, sia dal punto di vista energetico che economico.
VERIFICA DI PROGETTO
OBIETTIVO: ottemperare alle verifiche di legge per tutte le tipologie di intervento previste dal Dduo 2456/2017.
STRUMENTI: analisi grafica immediata delle verifiche soddisfatte. Verifiche di trasmittanza, termoigrometrica e di inerzia termica. Verifica di H'T su strutture definite dall'utente. Verifiche in compresenza di più tipologie di intervento.
VANTAGGIO: TERMOLOG aggiunge al calcolo eseguito con il Motore CENED+2.0 tutte le verifiche di legge. Stampa la relazione energetica nei tre formati Schema 1 – 2 – 3 previsti dall'Allegato B della Dduo 2456/2017.
FASE DI VERIFICA DI PROGETTO
OBIETTIVO: raccogliere tutta la documentazione integrativa prevista dall'ufficio U.C.R.Edil del comune di Milano per la presentazione delle pratiche progettuali.
STRUMENTI: esportazione dei dettagli di calcolo, del FacSimile di APE in formato PDF e XML, stampa della Relazione Rinnovabili e delle verifiche di assenza di formazione di muffa per i ponti termici.
VANTAGGIO: In un unico click TERMOLOG raccoglie l'esportazione di tutti i documenti (oltre la relazione energetica) integrativi previsti dal Modulo_UCREDIL_Rev2016. Il progettista dispone di una cartella contenente tutta la raccolta dei materiali in digitale pronti per la consegna agli uffici comunali.