FAQ 001 - Come posso considerare la desolidarizzazione degli elementi strutturali (giunti)?

Al fine di diminuire la trasmissione del rumore nei percorsi laterali che si innestano grazie al contatto fisico tra due elementi strutturali (tipicamente sotto le tramezze per il contatto con il solaio), è possibile seguire la tecnica costruttiva di desolidarizzazione degli elementi strutturali, mediante l'introduzione di materiali resilienti che interrompono il contatto fra gli elementi.

Dal punto di vista del calcolo è possibile tenere in considerazione questo intervento in due diversi modi:

  • modificando il valore dell'indice di riduzione Kij delle vibrazioni del percorso su cui agisce la desolidarizzazione; 
  • modificando il valore dell'indice di potere fonoisolante Rw dell'elemento che si provvederà a desolidarizzare in opera, aumentandolo rispetto al valore base che si assumerebbe senza desolidarizzazione. 

Il parametro Kij viene calcolato dal programma, in funzione del tipo di giunto e delle masse per unità di area degli elementi connessi, sulla base dell'appendice E e dell'appendice F della norma UNI EN 12354-1:2017; l'impostazione dei giunti in ACUSTILOG avviene nella scheda della parete, nella quale è richiesto di specificare il tipo di giunto esistente tra la parete di separazione, le partizioni interne ed esterne e i solai:

acu_giunti

In alcuni casi, la struttura del modello potrebbe essere tale da richiedere, per alcuni percorsi di trasmissione del suono, un intervento "manuale" sul valore dell'indice Kij; per fare questo il programma mette a disposizione una colonna Delta in cui è possibile indicare di quanto si vuole variare il Kij originario per tenere in conto delle reali condizioni in sito. 
Per  rendere operativo il cambiamento di Kij con l'imposizione di un delta, è necessario, una volta effettuato il cambiamento nel modello in esame, effettuare nuovamente il calcolo, prima di leggere i risultati aggiornati.

Seguici su: