FAQ 011 - Come si modella in TERMOLOG un impianto a tutt’aria?
La modellazione di un impianto a tutt'aria in TERMOLOG è differente a seconda della normativa di calcolo selezionata nel menù Relazione; in particolare, possiamo distinguere due casi:
  • Normativa nazionale
  • Regione Lombardia (motore di calcolo Cened 2.0)
Qui di seguito vediamo di riepilogare quali sono i passaggi da compiere a seconda del tipo di impianto a tutt'aria che si desidera modellare (con o senza UTA) e della normativa di calcolo che si sta utilizzando.

Normativa nazionale – Tutt'aria con UTA
  1. menù Relazione: attivare il servizio di ventilazione nella barra dei comandi
  2. menù Zone: impostare nelle informazioni relative al locale la ventilazione meccanica
  3. menù Climatizzazione invernale: creare un sistema impiantistico ad aria ed attivare tale sistema nella zona pertinente
  4. menù Generatori: inserire una UTA collegandola al sistema impiantistico aeraulico creato al punto 3.
  5. menù Generatori: inserire la centrale termica collegandola sia al sistema impiantistico ad aria già creato al punto 3 che alla UTA creata al punto 4.
Nel caso di impianto a tutt'aria a servizio di raffrescamento/climatizzazione estiva il procedimento da seguire è assolutamente analogo a quanto qui sopra specificato per il riscaldamento/climatizzazione invernale.

Normativa nazionale – Tutt'aria senza UTA
  1. menù Relazione: attivare il servizio di ventilazione nella barra dei comandi
  2. menù Zone: impostare nelle informazioni relative al locale la ventilazione meccanica
  3. menù Climatizzazione invernale: creare un sistema impiantistico ad aria ed attivare tale sistema nella zona pertinente
  4. menù Generatori: inserire la centrale termica collegandola al sistema impiantistico ad aria già creato al punto 3.
Nel caso di impianto a tutt'aria a servizio di raffrescamento/climatizzazione estiva il procedimento da seguire è assolutamente analogo a quanto qui sopra specificato per il riscaldamento/climatizzazione invernale.

Regione Lombardia – Tutt'aria con UTA
Il  motore CENED+2.0 in data 15/10/2019 è stato aggiornato alla versione 1.1.11; a partire da questo aggiornamento gli impianti a tutt'aria con UTA e batteria ad acqua  non dovranno più essere modellati prevedendo l'inserimento di un  impianto fittizio misto aria-acqua, ma utilizzando la procedura descritta nella FAQ 9.3 d) pubblicata sul  sito di CENED
  1. Con l'aggiornamento 2019.9 TERMOLOG ha incluso la nuova versione del motore CENED+2.0 ed è quindi necessario attenersi ad una analoga procedura per l'inserimento di queste tipologie di impianto. Qui di seguito vengono riepilogati i passaggi da eseguire in TERMOLOG per il corretto inserimento di un impianto a tutt'aria con UTA e batteria ad acqua. Nel menù Zone, per ciascun Locale assegnare le portate d’aria specificando per riscaldamento e/o raffrescamento (a seconda del servizio coperto dal sistema aeraulico) che si tratta di ventilazione meccanica controllata da impianto di climatizzazione; non selezionare che l’impianto è misto.
  2. Nel menù Climatizzazione invernale e/o estiva, creare un sistema impiantistico aerauliconon mettere la spunta su “sistema misto” e scegliere un sistema di emissione compatibile (bocchette).
  3. Nel menù Generatori creare una UTA di riscaldamento e/o reffrescamento collegata al sistema aeraulico del punto 2. Riportare come batteria il tipo “batteria ad acqua”.
  4. Nel menù Generatori creare una centrale termica e/o frigorifera collegata al sistema aeraulico del punto 2 e mettere la spunta su “Presente UTA”.

Regione Lombardia – Tutt'aria senza UTA
  1. menù Relazione: attivare il servizio di ventilazione nella barra dei comandi.
  2. menù Zone: impostare nelle informazioni relative al locale la ventilazione meccanica, NON per impianto misto.
  3. menù Climatizzazione invernale: creare sistema impiantistico ad aria NON per impianto misto ed attivare tale sistema nella zona pertinente
  4. menù Generatori: inserire la centrale termica collegandola al sistema impiantistico ad aria già creato al punto 3.
Nel caso di impianto a tutt'aria a servizio di raffrescamento/climatizzazione estiva il procedimento da seguire è assolutamente analogo a quanto qui sopra specificato per il riscaldamento/climatizzazione invernale.

Seguici su: