FAQ 002 - Cosa rappresenta il fattore d'uso fX,uso?
Il fattore d’uso rappresenta il grado di occupazione e dell’edificio: l’incidenza del consumo involontario rispetto al totale sarà tanto maggiore quanto minore è il fattore d’uso e dunque quanto più lontano è l’edificio dalla sua piena occupazione. 
Le condizioni normali di piena occupazione sono proprio quelle definite attraverso la diagnosi energetica dell’edificio: per ogni stagione di ripartizione si confronta l’energia effettivamente consumata con quella che richiederebbe l’edificio se fosse nel suo uso normale
Nel Capitolo 7.8.2 della UNI 10200:2018 si definisce fattore d’uso dell’edificio fX,uso il rapporto tra il consumo totale effettivo QX,tot ed il consumo di riferimento (fabbisogno in ingresso alla distribuzione calcolato in modalità A3)  QX,dis,in.  
Il fattore d’uso deve essere calcolato annualmente per quantificare adeguatamente la frazione fX,inv. In base al valore del fattore d’uso, si distinguono, convenzionalmente, i seguenti due casi:
f X,uso > 0,8 (edifici normalmente abitati o piena occupazione);
f X,uso ≤ 0,8 (edifici ad occupazione discontinua o saltuaria o parziale).

Seguici su: