Ecobonus 2020 e Bonus Facciate

Ultimo aggiornamento: 09/01/2020 - Ing. Sara Nobili, Servizio di Assistenza Tecnica Logical Soft - Riproduzione riservata

Guida alle novità previste dalla manovra finanziaria 2020 in tema di detrazioni fiscali

Importanti novità sui Bonus fiscali: dal 1° gennaio 2020 è in vigore la Legge di Bilancio 2020 che in tema di detrazioni fiscali per interventi finalizzati ad incrementare il risparmio energetico degli edifici, contiene importanti conferme ed alcune interessanti novità.
La novità più consistente per il settore delle costruzioni è rappresentata dal Bonus Facciate che permette di ottenere una detrazione fiscale per interventi connessi al decoro architettonico dell’immobile.

Ecobonus, Bonus ristrutturazioni e Bonus Mobili continueranno ad essere presenti anche nel 2020 nella maggior parte dei casi secondo le stesse aliquote e modalità già previste nella Legge di Bilancio precedente.
Il Sismabonus per opere che migliorano la sicurezza antisismica dell’edificio era già stato prorogato al 2021 dalla Legge di Bilancio 2018.

Con TERMOLOG diventa semplice ed intuitivo valutare se le opere di riqualificazione energetica in progetto soddisfano o meno i requisiti per accedere agli incentivi fiscali previsti dalla Legge di Bilancio 2020.

Scopri i nuovi incentivi fiscali Ecobonus 2020 e Bonus Facciate

Bonus Facciate: che cos’è e come funziona

Una delle novità più importanti contenute nella Legge di Bilancio 2020 è rappresentata dal Bonus Facciate, una detrazione fiscale aggiuntiva a quelle già presenti che permette di recuperare il 90% della spesa sostenuta per interventi di manutenzione ordinaria sulle facciate di villette, appartamenti privati o condomini.

Le spese sostenute nel corso del 2020 per interventi di recupero e/o restauro della facciata esterna di immobili esistenti situati in zona A ed in zona B potranno avere una detrazione fiscale del 90%.

Decreto Ministeriale 2 Aprile 1968, n.1444

Zona A o Centro storico
Comprende le parti di territorio aventi agglomerati urbani di carattere storico, artistico e di particolare pregio ambientale o da porzioni di essi, comprese le aree circostanti, che possono considerarsi parte integrante degli agglomerati stessi.

Zona B o Zona di completamento
Comprende le parti di territorio totalmente o parzialmente edificate, diverse dalle zone di tipo  A (le zone parzialmente coperte sono quelle che hanno un indice di superficie coperta non inferiore al 12,5% cioè come 1/8).

Attualmente non sono previsti dei limiti alla spesa detraibile.

Gli interventi che ricadono nel Bonus facciate riguardano le strutture opache delle facciate (quindi sono escluse le grondaie, gli infissi e gli impianti di illuminazione) e sono qui di seguito riassunti:

  • Rifacimento intonaco
  • Verniciatura
  • Balconi
  • Ornamenti e fregi
  • Pulitura e tinteggiatura esterna

La detrazione del Bonus Facciate dovrà essere ripartita in dieci annualità di importo costante a partire dall’anno di sostenimento delle spese e dovrà essere richiesta con la dichiarazione dei redditi.

Ma come si interfaccia questo nuovo bonus con quelli già esistenti per le riqualificazioni energetiche? Nel caso di interventi volti al rifacimento delle facciate che comportano delle modifiche al comportamento energetico dell’involucro disperdente oppure che interessano più del 10% della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio è richiesto che i lavori eseguiti soddisfino anche quanto richiesto dal D.M. 26-06-2015 (meglio conosciuto come Decreto Requisiti Minimi). Inoltre, è necessario che siano rispettati anche i valori limite di trasmittanza riportati nella tabella 2 del D.M. 26-01-2010.

Zona climaticaUlim strutture opache verticali
D.M.26-01-2010
Ulim strutture opache verticali
D.M.26-06-2015
A0,560,40
B0,430,40
C0,360,36
D0,300,32
E0,280,28
F0,270,26

Valori limite della trasmittanza termica utile delle strutture opache verticali componentil’involucro edilizio espressa in W/m2K

Di seguito forniamo un quadro sintetico delle detrazioni fiscali previste dal Bonus Facciate.

Quadro sintetico delle opportunità fiscali previste dal Bonus Facciate
Quadro sintetico delle opportunità fiscali previste dal Bonus Facciate; (*) occorre rispettare D.M. 26-06-2015

Bonus fiscali per riqualificazioni energetiche

Sulla Gazzetta Ufficiale n.304 del 30.12.2019 è stata pubblicata la Legge di Bilancio 2020 (L. 27.12.2019 n.160) che proroga per tutto il 2020 le condizioni di accesso ai bonus fiscali per l’efficienza energetica degli edifici (Ecobonus 2020) e le detrazioni per le ristrutturazioni (Bonus Casa 2020) in relazione alle spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020.

Rispetto a quanto riportato nella Legge di Bilancio 2019 per il 2020 sono confermate le detrazioni per opere realizzate su parti comuni di condomini. Le aliquote variano dal 70% a 75% della spesa sostenuta con un tetto di 40.000 euro per ogni unità immobiliare. Nel caso questi interventi fossero realizzati nelle zone sismiche 1, 2, 3 e comportassero il passaggio ad una classe di rischio inferiore, l’aliquota di detrazione potrebbe passare all’80%; all’85% con due classi di rischio inferiore. Il tetto di spesa è di 136.000 euro per ogni unità immobiliare.
Prorogato nel 2020 anche il cosiddetto Bonus Verde che prevede uno sconto del 36%delle spese sostenute per risistemare o attrezzare giardini e terrazzi.

Nel 2020 cambiano anche le condizioni per ottenere lo sconto in fattura corrispondente alla detrazione raggiunta; questa opzione potrà essere utilizzata solo nel caso l’intervento eseguito sia classificabile come ristrutturazione importante di primo livello (come da Decreto Requisiti Minimi), riguardi le parti comuni degli edifici condominiali e l’importo lavori sia di almeno 200'000 euro.

Di seguito forniamo un quadro sintetico delle opportunità fiscali previste dagli Ecobonus: per ciascun tipo di intervento incentivabile sono consultabili le rispettive aliquote di detrazione e il limite massimo di spesa consentito.

Quadro sintetico delle opportunità previste dagli Ecobonus
Quadro sintetico delle opportunità previste dagli Ecobonus

Con TERMOLOG è possibile valutare se l’intervento di riqualificazione energetica in fase di progettazione soddisfa i requisiti minimi richiesti dall’Ecobonus:

Valutazione della prestazione energetica del fabbricato a seguito dell’intervento di riqualificazione energetica
Valutazione della prestazione energetica del fabbricato a seguito dell’intervento di riqualificazione energetica

Scopri i nuovi incentivi fiscali Ecobonus 2020 e Bonus Facciate

Sara Nobili - Ingegnere civile

Sara Nobili

Ingegnere civile

Segui l´Ingegnere civile Sara Nobili su Linkedin

Laurea in Ingegneria civile indirizzo geotecnico.
Mi occupo di assistenza tecnica per i software Logical Soft, interagendo con il cliente durante tutte le fasi di utilizzo dei software, dalla modellazione dell'edificio all'analisi dei risultati tramite la redazione di manuali, video tutorial e affiancamenti personalizzati. Sono docente nei corsi di formazione e nei webinar organizzati da Logical Soft per promuovere e facilitare l'utilizzo dei programmi.
Faccio parte del Team di Produzione del software TERMOLOG di Logical Soft S.r.l., collaboro alle attività di test e di controllo a cui sono costantemente sottoposti tutti i moduli di TERMOLOG. Ho partecipato allo sviluppo degli algoritmi di calcolo che sono alla base dei moduli relativi alla contabilizzazione del calore, al calcolo dei ponti termici ad elementi finiti, alla diagnosi energetica degli edifici e al calcolo dei criteri ambientali minimi (CAM).
Per Logical Soft sono redattrice di articoli di approfondimento, di focus tecnici e di ebook sui temi energetici e acustici.
Ho svolto attività di analisi per lo sviluppo degli algoritmi di calcolo del software ACUSTILOG di Logical Soft S.r.l. per la valutazione previsionale dei requisiti acustici passivi di un edificio e per la classificazione acustica.
Sono stata docente nelle lezioni dei corsi per tecnici in acustica organizzati dal Politecnico di Milano (Scuola Master F.lli Pesenti e del Dipartimento ABC).

< Leggi tutti i Focus di approfondimento