Il tempo di riverbero e il comfort acustico di un ambiente

Progettare gli ambienti scolastici con la nuova UNI 11532-2:2020

Il Decreto 11 ottobre 2017 ha introdotto l’obbligo per le pubbliche amministrazioni di richiedere nelle gare di appalto degli edifici pubblici il rispetto di Criteri Ambientali Minimi (CAM), con particolare attenzione ai requisiti di efficienza energetica ed acustica.
Per quanto riguarda l’ambito della progettazione acustica, il Decreto specifica quali sono i valori “minimi” che è necessario prevedere nell’edificio per garantire un adeguato livello di comfort acustico. Relativamente al tempo di riverberazione degli ambienti scolastici, nel marzo di quest’anno è stata pubblicata la norma UNI 11532-2, richiamata dal Decreto CAM, che specifica gli standard qualitativi da raggiungere.
In questo webinar verrà mostrato mediante l’ausilio del software ACUSTILOG 2 come è possibile valutare il tempo di riverberazione di un’aula scolastica a partire dalle caratteristiche fonoassorbenti dei materiali che lo compongono e degli arredi presenti. Inoltre, sulla base del confronto tra il valore calcolato e il valore limite del tempo di riverberazione stimato con la norma UNI 11532-2, verranno presentati gli interventi di correzione acustica possibili.

  • I CAM e i requisiti richiesti dal punto di vista della progettazione acustica
  • Il tempo di riverberazione: che cos’è e come è possibile calcolarlo
  • Come cambiano i valori di riferimento del tempo di riverberazione con la nuova UNI 11532-2:2020 nella progettazione acustica delle scuole
  • Svolgimento di un esempio pratico con ACUSTILOG 2: calcolo del tempo di riverberazione di un’aula scolastica e valutazione degli interventi di correzione acustica sulla base delle indicazioni della nuova UNI 11532-2:2020

Seguici su: