Parcella SuperSismabonus

La parcella SuperSismabonus ed il compenso professionale sono temi molto richiesti al servizio CONSULENTE 110. Vediamo un esempio.

Carlo è un progettista a cui viene chiesto un preventivo per l’asseverazione del SuperSismabonus.
Vuole quindi proporre alla committenza anche un preventivo dedicato in modo specifico all’attività di asseverazione.

Questa è la sua domanda al servizio CONSULENTE 110:

“Per un intervento SuperSismabonus con lavori da 95.000 euro, come calcolo la parcella per Asseverazione secondo il DM 17 Giugno 2016?”

Parcella SuperSismabonus, come calcolare il preventivo per l'asseverazione?
Parcella SuperSismabonus, come calcolare il preventivo per l’asseverazione?

Il nostro servizio CONSULENTE 110 risponde così.

Per il calcolo del compenso per Superbonus si fa riferimento al DM 17 Giugno 2016.
Si definiscono quindi i parametri V, P e G per il calcolo del compenso come cp = V x P x G x Q.

Definiamo intanto:

  • V è il valore dell’intervento pari a 95.000 euro;
  • P è il parametro base pari a 0,132;
  • si definisce anche G, il grado di complessità, che in questo caso è pari a 0,9.

Non ci resta ora che non resta che applicare il valore Q. Per l’attività di redazione dell’asseverazione SuperSismabonus, ovvero la redazione dell’allegato B, la Rete Professioni Tecniche suggerisce di procedere così:
Q = Qcl.11    se si è anche Direttore dei Lavori
Q = Qdl.01    se non si è anche Direttore dei Lavori

La distinzione sta quindi nel considerare anche chi svolge l’attività di Direttore dei lavori. In sintesi, se l’asseveratore SuperSismabonus è anche direttori dei lavori la parcella per la sola Asseverazione SuperSismabonus sarà più bassa rispetto a quella del professionista che, a parità degli altri parametri, svolge la sola attività di asseveratore.

Parcella SuperSismabonus: due esempi a confronto

Nello specifico ecco le due parcelle a confronto.
Parcella massima per Asseverazione Super Sismabonus:
cp = V x P x G x Qcl.11 = 451 euro   – se si è anche Direttore dei Lavori,
cp = V x P x G x Qdl.01 = 903 euro – se si è solo asseveratore.
I valori sopra riportati si intendono naturalmente netti. Vanno pertanto sommati il valore delle spese (pari al 25% del compenso), la cassa professionale e l’IVA secondo il regime fiscale. Per calcolare il corrispettivo professionale in modo equo e detraibile consigliamo infine di utilizzare il software COMPENSI 110.

Questa risposta è fornita da CONSULENTE110, il servizio di ISNOVA in collaborazione con Logical Soft che ti affianca passo passo nei tuoi progetti di riqualificazione: dalla analisi preliminare alla verifica esecutiva, al controllo delle pratiche Ecobonus, Sismabonus e Superbonus.

Risolvi i tuoi dubbi sul Superbonus

simone_tirinato 150x150
Simone Tirinato

Ingegnere civile dedicato al calcolo strutturale, svolge l’attività di analista strutturale per lo sviluppo di codici di calcolo strutturali.
Leggi il profilo completo

  • Categoria dell'articolo:sismabonus