Novità sicurezza sul lavoro e nei cantieri

Sicurezza lavoro e cantieri: le ultime novità in ambito di prevenzione, protezione e vigilanza riguardano alcune modifiche al D.Lgs 81/2008 inserite nel D.L. 21 Ottobre 2021, n. 146. Inoltre una nuova circolare dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro prevede fino alla sospensione dell’attività imprenditoriale per violazioni particolarmente gravi.

Un “Decreto Fiscale” che abbraccia più tematiche.

Il D.L. 21 Ottobre 2021, n. 146 reca il titolo “Misure urgenti in materia economica e fiscale, a tutela del lavoro e per esigenze indifferibili” . Molti sono i temi che affronta: dalla sicurezza sul luogo di lavoro ma anche le indennità COVID, il rifinanziamento dei bonus per i veicoli non inquinanti e misure per dilazionare le tempistiche per l’esazione del cartelle del Fisco.

tu81 2008 sicurezza
Sicurezza lavoro e cantieri: le ultime novità su prevenzione, protezione e vigilanza con le modifiche al D.Lgs 81/2008

Troviamo svariate novità rispetto al vigente TUSL (Testo Unico sulla Sicurezza del Lavoro), il noto D.Lgs. n. 81/2008.
È ora possibile intervenire con maggiore tempestività, e quindi superiore efficacia, nei confronti di tutte quelle imprese che non rispettano le misure di vigilanza, prevenzione e protezione sul luogo di lavoro.

Novità sicurezza: il “Decreto Fiscale” è Legge.

Il Decreto Fiscale è stato convertito con la Legge 17 Dicembre 2021 n. 215, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 301 del 20 Dicembre scorso. Nel provvedimento troviamo un corposo “pacchetto sicurezza” contenente una serie di misure sul tema della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, che sono state ampiamente discusse anche con i Sindacati.
Il Capo III è interamente dedicato proprio al rafforzamento della disciplina del TUSL.

Ricordiamo che anche in ambito di Bonus Fiscali la sicurezza sul lavoro e nei cantieri è condizione necessaria per fruire del Superbonus 110.

Metti in sicurezza il tuo cantiere Superbonus!

Il “pacchetto sicurezza”: novità e misure.

Evidenziamo di seguito o punti di maggior interesse per la sicurezza sul lavoro e nei cantieri.

  • Nel caso si palesassero “gravi violazioni” delle norme di sicurezza, o vi fosse la presenza di lavoratori irregolari scatterà la sospensione immediata dell’attività imprenditoriale.
  • La soglia del cosiddetto “lavoro sommerso” (o “lavoro nero”) scende ora al 10% rispetto al totale dei lavoratori d’impresa (prima era del 20%). Saranno individuate peraltro tutte quelle casistiche che consentono l’immediata sospensione dell’attività fino al rientro in regola.
  • Si rafforza notevolmente il ruolo dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) attraverso l’adozione di procedure rapide per il reclutamento di ispettori e personale tecnico/amministrativo ma anche estendendone le competenze.
  • Si rilancia e rafforza il ruolo degli organismi paritetici, attraverso l’istituzione di un loro repertorio ed il loro coinvolgimento diretto nelle comunicazioni con INAIL ed INL.
  • Aumenta il personale dell’Arma dei Carabinieri espressamente dedicato alle attività di vigilanza sulle norme in materia di diritto del lavoro, legislazione sociale e sicurezza sui luoghi di lavoro.
  • Un database informatico unificato di prossima istituzione metterà in contatto sinergico e costante Ispettorato nazionale del Lavoro, INAIL, Regioni ed ASL. La denominazione scelta per la banca dati è Sistema Informativo Nazionale per la Prevenzione nei luoghi di lavoro (SINP).
  • Si riattiva la Commissione Consultiva al Ministero del Lavoro per il Monitoraggio.
  • Si potenzia notevolmente l’attività di formazione ed addestramento dei lavoratori.
  • Nuovi poteri e responsabilità per la figura del Preposto.
  • Le sanzioni penali sono inasprite.

Prevenzione Incendi e sospensione dell’attività.

Non credo serva ribadire che le violazioni della sicurezza riguardino anche la materia della Prevenzione Incendi. Provvederà il Comando VVF Provinciale territorialmente competente, dietro segnalazione dagli organismi di vigilanza o dalle PA coinvolte, a sospendere le attività irregolari. Per prevenire il rischio di incendi e gestire le pratiche per i Vigili del Fuoco suggeriamo l’utilizzo di software specifici come SCHEDULOG Antincendio.

Sicurezza: le ultime novità. La nuova circolare INL di Dicembre 2021.

Altra novità sul fronte della sicurezza arriva dall’Ispettorato Nazionale del Lavoro che ha pubblicato di recente la Circolare n. 4 del 9 Dicembre 2021. La circolare fornisce chiarimenti sull’attività ispettiva dei servizi di prevenzione circa la sospensione dell’attività imprenditoriale in caso di “gravi violazioni” in materia di sicurezza del lavoro.

Con la nuova circolare, l’INL rimarca l’assoluta necessità di intensificare localmente ogni sinergia con i servizi di prevenzione delle ASL. Questo per sviluppare dei modelli operativi condivisi, attuabili nell’attività di vigilanza congiunta e/o coordinata. La necessità espressa dall’INL è chiara: serve sviluppare un approccio uniforme alle verifiche ispettive. Come? Costituendo dei gruppi di intervento integrati, in cui sarà presente personale tecnico altamente qualificato.

Le “gravi violazioni” individuate nell’Allegato I.

Vediamo di seguito quali sono le violazioni considerate “gravi”.

  • La mancata redazione del DVR (Documento di Valutazione del Rischio);
  • l’assenza del Piano di Emergenza ed Evacuazione;
  • formazione ed addestramento dei lavoratori assenti;
  • la mancata costituzione del Servizio di Prevenzione e Protezione e nomina del relativo Responsabile (RSPP);
  • l’omessa vigilanza in ordine alla rimozione o modifica dei dispositivi di sicurezza o di segnalazione o di controllo;
  • la mancata elaborazione del POS (Piano Operativo di Sicurezza);
  • l’assenza di misure preventive e protettive da adottarsi per le cadute dall’alto, il seppellimento e l’elettrocuzione;
  • le attività che espongono i lavoratori a rischi biologici da atmosfere esplosive, cancerogeni, manutenzione, rimozione, smaltimento e bonifica di amianto.

In conclusione, si inaspriscono le sanzioni per quelle imprese che non rispettano le indicazioni su POS e DVR. La direzione è quindi quella di tutelare la sicurezza sul lavoro e nei cantieri prevenendo i rischi sotto tutti i punti di vista.

Previeni i rischi. Progetta la sicurezza!
Fabrizio Dellacha'
Fabrizio Dellachà

Ingegnere Edile/Architetto, laureatomi presso l’Università degli Studi di Pavia.
Svolgo l’attività di libero professionista, sono CTU presso il foro Alessandrino e mi dedico alle tematiche energetiche, all’impiantistica, alle fonti rinnovabili ed alla sostenibilità in edilizia.
Leggi il profilo completo