Trento: novità per classificazione, verifiche e rinnovabili

Dal 1° ottobre 2022, con il DPP 16.08.2022 n. 11-68/Leg, la Provincia di Trento introduce delle modifiche per la classificazione, le verifiche di progetto e le quote rinnovabili negli edifici. Vediamo nel dettaglio cosa cambia e quando si applicano i nuovi limiti.

Trento: novità per classificazione, verifiche e rinnovabili
Trento: novità per classificazione, verifiche e rinnovabili

Trento: le nuove delibere per la classificazione e le verifiche di progetto degli edifici

A partire dal 1° ottobre per i progettisti trentini ci sono importanti novità che riguardano le prestazioni energetiche degli edifici. Entra in vigore il DPP 11-68 della provincia autonoma di Trento che introduce nuove procedure per le verifiche di progetto e la classificazione degli edifici. Inoltre recepisce il Decreto 199/2001 sulle quote delle rinnovabili.

Partiamo con gli interventi di nuova costruzione o demolizione e ricostruzione. La nuova delibera stabilisce che il limite minimo di EPclasse passa da 60 kWh/m2 anno a 50 kWh/m2 anno per la categoria E.1, vale a dire gli edifici adibiti a residenza. Invece, per le altre categorie, il limite passa da 17 kWh/m3 anno a 14 kWh/m3 anno.
Il Decreto 199, invece, introduce dei limiti più severi per le quote rinnovabili. Nello specifico si richiede sia per edifici pubblici che privati il rispetto del 65% di quota rinnovabile per acs, riscaldamento e raffrescamento.

DPP 11-68: Classificazione, verifiche e Blower Door Testa a Trento DPP 11-68

Analizziamo ora le novità introdotte dal DPP 11-68 per la provincia di Trento. Riguardano nello specifico tre tipi di interventi:

  • la certificazione energetica degli edifici
  • il Blower Door Test per il flusso di ricambio dell’aria dell’involucro edilizio;
  • le verifiche di Legge.

Certificazione energetica anche per le ristrutturazioni di secondo livello

In merito alla certificazione energetica degli edifici il DPP 11-68 introduce le seguenti modifiche:

  1. estende l’obbligo di APE anche per ristrutturazioni importanti di secondo livello. In precedenza, infatti, era obbligatorio solo per gli interventi di nuova costruzione, demolizione e ricostruzione, ampliamenti volumetrici e ristrutturazioni importanti di primo livello. L’estensione di questo obbligo permette alla provincia di Trento di allinearsi con la norma nazionale.
  2. modifica la classe minima per le nuove costruzioni che passa da B a B+ dal 1/10/2022.

TERMOLOG è già aggiornato: verifica in automatico che siano rispettati i nuovi limiti introdotti dal DPP 11-68 per la certificazione energetica degli edifici in provincia di Trento.

Esempio di classificazione energetica di un edificio nella Provincia di Trento
Esempio di classificazione energetica di un edificio nella Provincia di Trento

Naturalmente è possibile utilizzare TERMOLOG per redigere l’APE in tutte le regioni e province d’Italia. È certificato CTI, accreditato CENED +2.0, esporta il file XML verso tutti i catasti energetici attualmente attivi e suggerisce in automatico gli interventi migliorativi obbligatori.

Per l’APE in provincia di Trento e in tutta Italia

Classe minima per nuove costruzioni a Trento, un esempio pratico

Vediamo con un esempio pratico come funziona la modifica introdotta in merito alla classe minima per le nuove costruzioni. Innanzitutto, il progettista verifica che il fabbisogno di energia primaria non rinnovabile per la climatizzazione invernale, per la produzione dell’acqua calda sanitaria e per l’eventuale ventilazione meccanica dell’edificio progettato (EPH,W,V,nren di seguito EPclasse) sia inferiore ad un indice limite (EPclasse,lim).

Questo indice è pari a:

  • EPclasse,lim = 60 kWh/m2 anno, relativamente alla categoria E.1 (edifici adibiti a residenza e assimilabili, ai sensi del d.p.r. 412/1993);
  • EPclasse,lim = 17 kWh/m3 anno, per tutte le altre categorie

Limitatamente agli interventi di nuova costruzione e di demolizione e ricostruzione i predetti limiti di EPclasse sono pari a:

  • EPclasse,lim = 50 kWh/m2 anno, relativamente alla categoria E.1 (edifici adibiti a residenza e assimilabili, ai sensi del d.p.r. 412/1993);
  • EPclasse,lim = 14 kWh/m3 anno, per tutte le altre categorie.

L’indice EPclasse va calcolato in riferimento al clima del comune di Trento. Costituisce l’indice di prestazione energetica utilizzato ai fini della classificazione energetica dell’edificio o dell’unità immobiliare.

Il Blower Door Test e l’introduzione di nuovi limiti

Analizziamo adesso le modifiche introdotte dal DPP 11-68 per la provincia di Trento per il Blower Door Test.

La verifica di tenuta all’aria tramite Blower Door Test (BDT) è un metodo che permette di valutare il flusso di ricambio dell’aria dell’involucro edilizio. Deve essere effettuata secondo la norma UNI EN ISO 9972 metodo 1 (prova di edificio in uso). Il valore massimo del numero di ricambi orari del volume d’aria (n50lim) da rispettare è indicato in prospetto. Ci sono casi di edifici il cui progetto prevede inizialmente la classe A + o A, o per i quali sia comunque stata raggiunta la classe A + o A. Per la certificazione energetica dell’edificio come realizzato è obbligatorio misurare la permeabilità dell’involucro edilizio all’aria.

In materia di Blower Door Test, il DPP 11-68 introduce nuovi limiti di penalizzazione dell’indice n50 per le ristrutturazioni importanti di primo livello e gli ampliamenti. Questo li differenzia da quelli previsti per le nuove costruzioni e demolizioni e ricostruzioni. Tali limiti sono relativi a tutti gli interventi anche già in corso d’opera prima del 1/10/2022.

Dalla classificazione alle verifiche di legge: le modifiche della Delibera di Trento

Oltre alla classificazione, le modifiche introdotte dal DPP 11-68 per la provincia di Trento riguardano le verifiche di legge. Di seguito le tre novità introdotte per questo specifico intervento.

Verifiche di legge per edifici nella Provincia di Trento con TERMOLOG
Verifiche di legge per edifici nella Provincia di Trento con TERMOLOG

TERMOLOG è già aggiornato e permette di fare verifiche di progetto e calcolo delle rinnovabili in Provincia di Trento secondo le nuove disposizioni.

Per le verifiche di legge in provincia di Trento e in tutta Italia

Calcolo di H’T allineato a quello nazionale.

La nuova delibera allinea il calcolo di H’T a quanto disposto a livello nazionale. Inoltre, se le parti opache appartengono ad un soggetto diverso da quello a cui appartengono le parti trasparenti, la verifica dell’H’T deve essere eseguita solo sulla parte su cui si interviene.

In caso di intervento su entrambe le porzioni, opaca e trasparente, la verifica del coefficiente di scambio termico per trasmissione va condotta sull’intera struttura comprensiva di elementi opachi e trasparenti, indipendentemente dalla proprietà degli stessi

Rinnovabili al 65%

Sempre dal 01/10/2022 si applica anche sul territorio provinciale il Decreto 199 ma con limiti più severi per le quote rinnovabili: è richiesto sia per edifici pubblici che privati il rispetto del 65 % di quota rinnovabile per acqua calda sanitaria, riscaldamento e raffrescamento.

Nel dettaglio i limiti al fabbisogno di energia primaria non rinnovabile per climatizzazione invernale, estiva e acqua sanitaria valgono in caso di nuova costruzione e demolizione e ricostruzione. Gli edifici, pubblici e privati, devono essere progettati e realizzati in modo da garantire il contemporaneo rispetto della copertura da fonte rinnovabile del 65% dei consumi previsti per la produzione dell’acqua calda sanitaria e del 65% della somma dei consumi previsti per la produzione dell’acqua calda sanitaria, la climatizzazione invernale e, ove presente, la climatizzazione estiva.

Le verifiche di EPclasse

Infine, come già citato in un capitolo precedente, è importante ricordare la novità introdotta in merito alla verifica e al calcolo dell’EPclasse minima per le nuove costruzioni. Durante questo intervento il progettista si accerta che il fabbisogno di energia primaria non rinnovabile per la climatizzazione invernale, per la produzione dell’acqua calda sanitaria e per l’eventuale ventilazione meccanica dell’edificio progettato (EPH,W,V,nren di seguito EPclasse) sia inferiore ad un indice limite (EPclasse,lim). L’indice EPclasse va calcolato in riferimento al clima del comune di Trento e ciò costituisce l’indice di prestazione energetica utilizzato ai fini della classificazione energetica dell’edificio o dell’unità immobiliare.

Ing. Carola Carmignani
Carola Carmignani

Ingegnere Edile dedicata al calcolo energetico degli edifici, svolge l'attività di analista per lo sviluppo di codici di calcolo per il software TERMOLOG di Logical Soft.