La parcella del Superbonus: ecco un esempio

Superbonus e parcella professionale: come si fa? Ecco un esempio per capire cosa non sbagliare e cosa non dimenticare nel calcolo del compenso professionale.

Per calcolare il compenso del professionista nei lavori Superbonus si seguono regole ben precise. Per gli interventi di efficientamento, la direzione lavori, le asseverazioni e tutte le altre attività professionali il riferimento è infatti il DM 17 Giugno 2016.

In un precedente articolo abbiamo già approfondito come si calcola la parcella del Superbonus, ripartendo proprio dalle basi. Abbiamo anche visto come il software COMPENSI 110 ci aiuta a non sbagliare la valutazione del compenso professionale.

Ascolta “La parcella del Superbonus: ecco un esempio” su Spreaker.
Vuoi calcolare la tua parcella per il Superbonus?

In questo articolo prendiamo un esempio di efficientamento energetico con Superbonus e mettiamo in evidenza la parcella del professionista, distinguendola per le principali macro attività:

  • valutazione preliminare,
  • APE pre e post intervento,
  • progetto interventi, ex L10 e Direzione Lavori,
  • Asseverazione (pratica ENEA).

Infine vediamo come ripartire la parcella nei massimali di spesa dei singoli interventi.

Un caso di efficientamento energetico con Superbonus

Il nostro esempio è una villetta di testa funzionalmente indipendente in provincia di Varese. Il proprietario, soggetto IRPEF, chiede di migliorare l’efficienza energetica.

Ai fini del calcolo della parcella per Superbonus, determiniamo innanzi tutto il valore dello stato di fatto dell’edificio esistente. Con il Prezziario Tipologico DEI si ha un valore complessivo di euro 240.000.

compensi 110 esempio compenso superbonus valore esistente
La valutazione del valore esistente con COMPENSI 110

La villetta è distribuita su due piani fuori terra con una superficie totale di 160 m² di cui riscaldata 98,5 m², superficie disperdente di 304,85 m² e volume riscaldato di 386,91 m³.

termolog esempio superbonus e parcella
Un esempio di Superbonus con TERMOLOG

Gli interventi che vengono definiti a valle dell’iter di valutazione e progettazione sono:

  1. isolamento pareti esterne: …………………………………………………€ 29.672
  2. isolamento della soletta del sottotetto: …………………………….. €   3.236
  3. sostituzione serramenti: …………………………………………………… € 21.528
  4. sostituzione generatore di riscaldamento: ……………………….. €   4.100
  5. installazione fotovoltaico: …………………………………………………. €   6.500
  6. installazione colonnine di ricarica: ……………………………………. €   1.836

I costi di intervento sono il risultato dei preventivi dei fornitori e dell’impresa e sono compresi di IVA. Notiamo che le parcelle mostrate di seguito sono definite anche sulla base di questi valori .

Consideriamo quindi questi importi al netto dell’IVA e valutiamo la distribuzione di queste spese nelle categorie di calcolo previste dal DM 17 Giugno 2016, come si vede nella immagine.

compensi 110 esempio compenso superbonus valore intervento
La suddivisione degli interventi con COMPENSI 110

Le prestazione professionali nella parcella per Superbonus

Quali sono le attività professionali da considerare nel calcolo del compenso?

Innanzi tutto esaminiamo la parcella per la fase preliminare di accesso al Superbonus. A questo scopo utilizziamo COMPENSI 110. Il software prevede proprio una sezione specifica per la valutazione preliminare con voci dedicate.

compensi 110 esempio compenso superbonus valutazione preliminare
Le prestazioni professionali per la valutazione preliminare

Successivamente applichiamo a questi valori le spese forfettarie pari al 25%. Inoltre aggiungiamo il 4% per il contributo cassa e 22% di IVA, per un importo massimo di euro 3.872,54 da presentare al committente.

Abbiamo quindi ottenuto il valore della attività per valutare l’accesso ai vantaggi fiscali. Se l’esito è positivo e si procede con i lavori l’importo va dedotto dalla parcella effettiva di progettazione degli interventi da Superbonus.

APE pre e post intervento

A quanto ammontano la parcella per l’APE convenzionale pre e post per questa villetta?

Lo vediamo subito ma prima analizziamo alcuni aspetti per non sbagliare la valutazione:

  • l’APE convenzionale per lo stato di fatto basa la sua valutazione sul valore esistente,
  • l’APE convenzionale per lo stato di progetto basa la sua valutazione sia sul valore esistente che sul valore degli interventi,
  • se si fanno entrambi gli APE convenzionali la prestazione dell’APE convenzionale per lo stato di progetto va conteggiata al 50%,
  • la valutazione della parcella secondo l’espressione Cp = V x P x G x Q va condotta per le 3 categorie di calcolo previste (rif. Linee Guida Rete Professioni Tecniche).
compensi 110 esempio compenso superbonus ape pre e post
Il compenso per APE convenzionale pre e post

Applichiamo quindi a questi valori le spese forfettarie pari al 25%. Inoltre aggiungiamo il 4% per il contributo cassa e 22% di IVA, per un importo massimo di euro 1.843,73 da presentare al committente.

Progetto interventi, ex L10 e Direzione Lavori

In modo analogo con quanto fatto al punto precedente stimiamo ora la parcella professionale per le attività di progettazione, elaborazione esecutiva e direzione lavori. In questo caso il valore di riferimento è quello degli interventi e la valutazione va condotta per tutte e 3 le categorie di calcolo:

compensi 110 esempio compenso superbonus progettazione e dl
Il compenso per progettazione e DL

A questi valori possiamo applicare le spese anche in valore forfettario del 25% ed esponiamo questo importo alla committenza applicando il 4% per contributo cassa e 22% di IVA, per un importo massimo di euro 19.680,34.

Asseverazione e pratica ENEA

L’ultima attività da preventivare è quella relativa all’asseverazione che avviene attraverso la compilazione del portale Superbonus di ENEA.

Prima di procedere, tuttavia, occorre distinguere il caso in cui l’asseveratore è anche il Direttore Lavori da quello in cui l’asseveratore è un professionista terzo. Nel secondo caso le competenze professionali per l’asseverazione sono il doppio del primo. Notiamo infatti le ultime due prestazioni nella seguente immagine:

compensi 110 esempio compenso superbonus asseverazione
Il compenso per l’Asseverazione (pratica ENEA)

A questi valori possiamo applicare le spese anche in valore forfettario del 25% ed esponiamo questo importo applicando il 4% per contributo cassa e 22% di IVA, per un importo massimo di euro 736,15.

La parcella del Superbonus e i massimali di spesa

Possiamo in conclusione definire il compenso professionale totale come somma delle macro attività fino a qui analizzate. Siamo consapevoli che in questo esempio non abbiamo considerato le competenze per la Sicurezza. Le possiamo comunque valutare con il software COMPENSI 110 ricostruendo esattamente questo esempio.

compensi 110 esempio compenso superbonus
Il compenso per Superbonus

Otteniamo quindi un valore massimo di compenso da proporre al committente pari a euro 22.260,22. Alla parcella, calcolata secondo il DM 17 Giugno 2016, è possibile applicare eventuali sconti.

Ma cosa rende davvero proficua questa valutazione? È fondamentale capire se questi importi rientrano nei massimali di spesa degli interventi di efficientamento energetico. Solo così si è in grado di definire un quadro economico finale.

Come ci aiuta COMPENSI 110? Il software mostra la percentuale di ripartizione del compenso ed il valore quindi della quota di parcella per ciascuno degli interventi indicati. Il controllo così è davvero semplice.

Quando hai calcolato il compenso professionale per Superbonus con COMPENSI 110 puoi controllare il rispetto dei massimali con TERMOLOG e TRAVILOG. Importi quindi il valore delle competenze professionali e valuti il rispetto dei requisiti tecnici ed economici.

Vuoi calcolare la tua parcella con COMPENSI 110?

Ingegnere civile dedicato al calcolo strutturale, svolge l’attività di analista strutturale per lo sviluppo di codici di calcolo strutturali.
Leggi il profilo completo