Interventi trainanti Ecobonus 110 in condominio con impianto centralizzato

Il Super Ecobonus 110 ha introdotto la distinzione tra interventi trainanti e interventi trainati. Come è noto la presenza di uno o più interventi trainanti è indispensabile per ottenere gli incentivi fiscali del 110%.

Il tuo condominio può accedere al Superbonus?

Tuttavia gli interventi richiesti cambiano in base alla tipologia di edificio. Una delle domande più frequenti è: quali sono gli interventi trainanti per un condominio con impianto centralizzato?

 Ecco una delle domande più frequenti rivolte agli esperti di Ecobonus 110: quali sono gli interventi trainanti per un condominio con impianto centralizzato?
Ecco una delle domande più frequenti rivolte agli esperti di Ecobonus 110: quali sono gli interventi trainanti per un condominio con impianto centralizzato?

Per rispondere facciamo naturalmente riferimento alla Legge 77/2020 e in particolare all’Articolo 119, comma 1a). Ricordiamo innanzi tutto che in un condominio è possibile optare per due interventi trainanti di cui almeno uno deve essere eseguito per poter accedere al Superbonus 110%.

  • comma 1a) Intervento di isolamento termico delle strutture opache dell’edificio con incidenza superiore al 25% della superficie disperdente dell’edificio.
  • comma 1b) Intervento di sostituzione dell’impianto termico di climatizzazione invernale con un impianto a condensazione, pompa di calore, ibrido, geotermico, collettori solari, microcogenerazione, teleriscaldamento.

A differenza della singola unità non è possibile utilizzare una tecnologia ed un impianto a biomassa come intervento trainante.

Interventi trainanti per Ecobonus 110 e salto di classe

In conclusione, almeno uno tra i due interventi appena descritti deve essere eseguito per poter accedere alla detrazione prevista dal Superbonus 110%. A questo requisito deve essere aggiunto il salto di due classi energetiche tra la situazione ANTE intervento e POST intervento.

Qui entra in gioco uno dei documenti più discussi del Super Ecobonus: l’APE Convenzionale. L’APE convenzionale è il documento introdotto dal Decreto Requisiti Tecnici del 6 agosto 2020 per gli interventi di riqualificazione energetica con il Superbonus. L’APE convenzionale include in realtà due documenti: l’APE pre e l’APE post intervento. Assieme servono a verificare il salto minimo di due classi energetiche necessario per l’Ecobonus 110%. Si tratta quindi di un documento obbligatorio da non confondere con l’APE da depositare al catasto. Esso infatti:

  • indica la prestazione raggiunta dall’edificio grazie ai lavori del Superbonus 110%
  • va allegato alle asseverazioni
  • va riportato sul portale ENEA per il SuperEcobonus.

Per l’Ecobonus 110 di un condominio con APE convenzionale automatico

Dott.ssa Cristina Ancona
Cristina Ancona

Laureata in lingue e letterature straniere
Responsabile commerciale di Logical Soft, stabilisce le politiche commerciali dell'azienda ed organizza tutto il lavoro dei venditori.

annachiara_castagna 150x150
Annachiara Castagna

Ingegnere Edile, esperta in analisi energetica degli edifici e product manager del software TERMOLOG di Logical Soft.
Leggi il profilo completo

  • Categoria dell'articolo:ecobonus