Interventi antiribaltamento per le tamponature

Gli interventi di antiribaltamento delle tamponature sono interventi locali per mettere in sicurezza gli edifici. Vediamo come progettarli e come accedere a Sismabonus e Superbonus.

Quando si mette in sicurezza un edificio occorre sempre valutare l’intera unità strutturale. Tuttavia gli interventi che prendiamo in considerazione vanno valutati sotto più punti di vista:

  • innanzitutto occorre riparare gli elementi degradati o ammalorati,
  • si evitano quindi i meccanismi di rottura localizzati,
  • infine si garantisce che il comportamento globale della struttura non metta a rischio la vita delle persone.

Abbiamo descritto un processo che ha come obiettivo il miglioramento sismico. Affinché sia efficace, occorre comunque prendere in esame sia gli elementi propriamente strutturali che gli elementi non strutturali.

Ascolta “Interventi antiribaltamento per le tamponature” su Spreaker.
TRAVILOG-antiribaltamento-tamponature
Il progetto degli interventi locali per le tamponature

In quest’ottica come consideriamo le opere antiribaltamento delle tamponature? Possiamo senz’altro affermare che rientrano tra gli interventi locali per la messa in sicurezza degli elementi non strutturali. Allo stesso tempo svolgono un ruolo importante per garantire la sicurezza delle persone.

Vuoi progettare un intervento di antiribaltamento delle tamponature

Il ribaltamento delle tamponature

I meccanismi di rottura delle tamponature sono principalmente di tipo fragile, in particolar modo i meccanismi di ribaltamento fuori piano.

A causa della posizione e del peso, le tamponature rappresentano un rilevante pericolo per la sicurezza delle persone. Non solo: il rischio può esserci anche in assenza di danni alla struttura portante principale. Ad esempio si manifesta in caso di spostamenti orizzontali, quando l’edificio è soggetto ad un’azione sismica.

Si pensi infine alle tipologie di tamponatura a cassa vuota. Sono in genere realizzate con paramenti murari distinti, non interconnessi e con interposto uno strato di isolante o di aria. In questo caso il paramento più esterno può essere poco stabile e quindi critico per la sicurezza dell’intero edificio.

I meccanismi di rottura delle tamponature possono riguardare l’intero manufatto in muratura, ad esempio per ribaltamento fuori piano. Oppure si manifestano in una sola porzione della tamponatura, sempre per ribaltamento fuori piano o per flessione verticale.

TRAVILOG-meccanismi-rottura-tamponature
Meccanismi di rottura delle tamponature: flessione verticale e ribaltamento

Quali sono le cause che possono innescare questi pericolosi meccanismi? Citiamo di seguito i più frequenti:

  • paramenti non connessi trasversalmente,
  • scarsa qualità della tessitura muraria,
  • degrado o modifiche localizzate,
  • infine, assenza di collegamento alla struttura principale in cemento armato.

In pratica i fattori sono molteplici: l’azione sismica sulle tamponature, le deformazioni imposte sulla struttura principale unite alle carenze appena elencate. Tutto ciò può innescare i meccanismi di rottura per le tamponature.

Interventi di antiribaltamento delle tamponature e Superbonus

Vediamo ora come intervenire per mettere in sicurezza le tamponature. Per farlo utilizzeremo il software strutturale TRAVILOG che permette di progettare e verificare vari sistemi di rinforzo, tra cui le tamponature.

Inoltre ricordiamo che gli interventi locali di antiribaltamento delle tamponature rientrano tra quelli ammessi al Superbonus.
Sappiamo che è possibile presentare la pratica Sismabonus anche quando non otteniamo un salto di Classe di Rischio Sismico. È comunque sempre necessario redigere le relazioni di calcolo e asseverare il miglioramento sismico della struttura.

Abbiamo fin qui visto i possibili meccanismi di rottura e le possibili cause di ribaltamento o rottura della tamponatura. In base a questo vediamo ora due metodi per dimensionare il rinforzo della tamponatura:

  • a flessione fuori piano,
  • oppure antiribaltamento.

Grazie al Modulo RINFORZI di TRAVILOG possiamo verificare entrambi i sistemi di rinforzo.

TRAVILOG-RINFORZI-antiribaltamento-tamponature
Verifica del sistema antiribaltamento con TRAVILOG

Il primo tipo di rinforzo consiste nell’applicazione diffusa di sistemi fibrorinforzati. I sistemi FRCM (Fibre/Fabric Reinforced Cementitious Matrix/Mortar) sono compositi di reti e matrici inorganiche a base di malta di calce o cemento. La rete del rinforzo può essere realizzata con fili di acciaio ad alta resistenza, arammide, basalto, carbonio, PBO o vetro.
Facciamo quindi una verifica per pressoflessione fuori piano del pannello murario. Il nostro riferimento sono naturalmente le Linee Guida di Progettazione del CSLP di ottobre 2019 e le rispettive Istruzioni DT 215/2018 del CNR.

Veniamo ora al secondo contributo per il rinforzo antiribaltamento. Si tratta di un sistema che connette la tamponatura alla trave sovrastante e viene verificato in funzione della resistenza a estrazione del sistema di connessione. Perché questa scelta? Perché mettiamo in primo piano la sicurezza e, infatti, consideriamo il meccanismo più gravoso, ovvero il ribaltamento dell’intera parete in muratura.

Conclusioni

Il ribaltamento delle tamponature costituisce un vero pericolo per la stabilità degli edifici, soprattutto in caso di terremoto. In questa situazione rappresenta un grave rischio per l’incolumità delle persone e può ostruire le vie di soccorso. Per questa ragione è fondamentale prevenire il fenomeno attraverso degli interventi di antiribaltamento delle tamponature.

Tra i metodi più efficaci abbiamo esaminato i sistemi di rinforzo fibrorinforzati ed i sistemi antiribaltamento. Entrambi possono essere progettati e verificati con TRAVILOG, il software BIM per il calcolo strutturale ed il progetto antisismico degli edifici.

TRAVILOG suggerisce inoltre come ottenere il miglioramento sismico, come mettere in sicurezza l’edificio e come raggiungere il bonus fiscale più vantaggioso. Infine il software stampa in automatico tutte i documenti e le pratiche sismiche necessarie.

Vuoi progettare un intervento con TRAVILOG
simone_tirinato 150x150
Simone Tirinato

Ingegnere civile dedicato al calcolo strutturale, svolge l’attività di analista strutturale per lo sviluppo di codici di calcolo strutturali.
Leggi il profilo completo