Superbonus 110%: le novità del Decreto Rilancio

Ultimo aggiornamento: 20/05/2020 - Ing. Annachiara Castagna, Ricerca e Sviluppo Logical Soft e Ing. Sara Nobili, Assistenza Tecnica Logical Soft - Riproduzione riservata

Ristrutturare casa a costo zero con il nuovo incentivo

Il Superbonus è stato approvato all'interno del Decreto Rilancio, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 19 maggio, decreto che si propone di rilanciare l’economia italiana e gli interventi in edilizia, dopo lo stop forzato a causa della pandemia di Coronavirus. Il Superbonus 110% è certamente una delle misure più impattanti del Decreto: chi procederà a lavori di efficientamento energetico o prevenzione antisismica tra luglio 2020 e dicembre 2021, potrà usufruire di una detrazione fiscale pari al 110% della spesa sostenuta.
Questo significa, ad esempio, che se una famiglia italiana decidesse di migliorare il comfort energetico o la sicurezza strutturale dell’edificio, potrebbe trovarsi una bella sorpresa nella dichiarazione dei redditi e vedere l'importo sostenuto per i lavori totalmente recuperato in 5 anni!
Ecco l’opportunità che aspettavamo per tutta la filiera dell’edilizia, una possibilità vera per chi decide di investire, per il patrimonio edilizio e per chi esegue i lavori, tecnico o impresa che sia.
In questo articolo analizziamo le più importanti caratteristiche tecniche del Superbonus. TERMOLOG e TRAVILOG sono i software di Logical Soft per i Bonus Fiscali, le pratiche ENEA e la Classificazione del Rischio sismico, pronti per ripartire al 110% e cogliere al volo questa importantissima opportunità.

Resta aggiornato sul SuperBonus con i webinar gratuiti


Giovedì 4 giugno 2020 alle ore 15:00
Superbonus 110%: Bonus facciate ed Ecobonus

Superbonus 110%: a chi spetta e in quanti anni

La detrazione del 110% delle spese sostenute sarà possibile sia per interventi di riqualificazione energetica che per quelli di miglioramento sismico. Non si parla solo di Ecobonus quindi, ma anche di Sismabonus, la detrazione per la messa in sicurezza degli immobili sul territorio italiano.
L’ incentivo, da ripartire in 5 anni, riguarderà le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021.
I lavori di riqualificazione detraibili dovranno interessare i condomini oppure le singole unità immobiliari adibite ad abitazione principale o ancora gli Istituti autonomi case popolari (IACP).

SuperBonus banner
Superbonus del Decreto Rilancio. Riassunto dei punti principali.

Ecobonus: gli interventi che passano al 110%

L’Art 119, Comma 1 del Titolo VI del Decreto Rilancio, descrive gli interventi per cui è possibile ottenere l’incentivo che sorpassa la totalità delle spese. In particolare:

  • interventi di isolamento termico delle superfici opache verticali e orizzontali che interessano l’involucro con un’incidenza superiore al 25 per cento della superficie disperdente lorda dell’edificio. I materiali isolanti utilizzati devono rispettare i criteri previsti dal decreto CAM (Criteri Ambientali Minimi).
    La spesa massima ammissibile è di € 60.000 moltiplicato per il numero di unità immobiliari che compongono l’edificio.
    TERMOLOG Modulo BONUS FISCALI
    TERMOLOG Modulo BONUS FISCALI - Nell'immagine il confronto tra la struttura originale con parete priva di isolante termico e una struttura con cappotto. Accedono al Superbonus gli interventi di isolamento termico di superfici opache verticali e orizzontali con incidenza maggiore del 25% della superficie disperdente. 
  • interventi sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto prevista dal regolamento delegato (UE) n. 811/2013, a pompa di calore, inclusi gli impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici e gli impianti di microcogenerazione.
    La spesa massima ammissibile è di € 30.000 moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio ed è riconosciuta anche per le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dell’impianto sostituito;
  • interventi sugli edifici unifamiliari per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a pompa di calore, inclusi gli impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici e gli impianti di microcogenerazione.
    La spesa massima ammissibile è di 30.000 moltiplicato per unità immobiliare ed è riconosciuta anche per le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dell’impianto sostituito.
    Superbonus - prospetto riassuntivo
    Prospetto riassuntivo dei lavori di miglioramento energetico previsti dal Superbonus

Fotovoltaico e colonnine di ricarica per i veicoli elettrici

Il Superbonus si allarga anche alla spesa sostenuta per l’installazione di impianti solari fotovoltaici su condomini o prime case, a patto che l’intervento sia realizzato congiuntamente a quelli elencati in precedenza. L’ammontare complessivo delle spese detraibili è di € 48.000, con un tetto massimo di € 2.400 per kW di potenza nominale dell’impianto.

Lo stesso vale per l’installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici, per le quali è possibile accedere al superbonus subordinando l’intervento alla riqualificazione di involucro o alle modifiche all’impianto di generazione riportate al paragrafo precedente. Ricordiamo che anche la direttiva europea 844 che guiderà il progetto energetico nei prossimi anni, impone l’obbligo di installare punti di ricarica negli edifici nuovi o riqualificati.

Gli interventi con il Sismabonus passano al 110%

Il Sismabonus, l’incentivo fiscale per la messa in sicurezza sismica degli edifici, sale con il Superbonus al 110% delle spese per gli immobili situati al di fuori della Zona 4.
Nel caso in cui si eseguano interventi di adeguamento sismico e si faccia ricorso alla cessione del credito ad un’impresa di assicurazione con contestuale stipula di una polizza a copertura del rischio di eventi calamitosi, la detrazione del TU sulle imposte e sui redditi passa al 90%.
Per accedere all’incentivo previsto dal Sismabonus è necessaria una asseverazione redatta da un professionista incaricato che convalidi l’efficacia degli interventi nella riduzione del rischio sismico e la congruità delle spese sostenute.
La pratica Sismabonus prevede quindi la valutazione della Classe di Rischio Sismico pre e post intervento e la compilazione dell’Allegato B del Decreto Sismabonus modificato il 9 Gennaio 2020.

Il Superbonus energetico si ottiene anche con l’APE

Per avere l’aliquota privilegiata del 110%, il Decreto specifica che gli interventi di riqualificazione energetica prima elencati dovranno essere tali da garantire l’incremento di almeno due classi energetiche per i condomini e le singole abitazioni sui quali verranno realizzati.
Sarà necessario calcolare l’indice di prestazione energetica dell’edificio nella sua condizione originale e a valle del progetto di riqualificazione: l’EPgl post intervento dovrà essere tale da consentire all’edificio di guadagnare due classi di punteggio.
Il salto di classe deve essere chiaramente dimostrato con la redazione dell’Attestato di Prestazione Energetica (APE) rilasciato da un tecnico abilitato.

TERMOLOG CONFRONTA
TERMOLOG - Strumento Confronta. Per poter accedere al Superbonus 110% l'intervento deve consentire il passaggio di almeno 2 classi energetiche. 

Inoltre, analogamente alla procedura finora seguita per gli interventi di riqualificazione di tipo Ecobonus, anche per i lavori per cui si vorrà sfruttare il Superbonus 110% dovrà essere trasmessa all’ENEA una copia della asseverazione che attesta la conformità dei lavori alle richieste della legge.

Cessione del credito e sconto in fattura

Abbiamo visto che, in fase di dichiarazione dei redditi, il recupero di quanto sostenuto potrà essere effettuato con 5 quote annuali di pari importo.
L’ostacolo principale all’esecuzione dei lavori rimane sempre il soggetto incapiente o chi non può usufruire della detrazione fiscale, che spesso scoraggia le decisioni favorevoli dell’assemblea condominiale e non consente al gruppo di trarre vantaggio dall’investimento.
Una novità molto interessante del decreto rilancio è la possibilità di usufruire nel Superbonus della Cessione del credito oppure dello sconto in fattura e dare quindi l’opportunità a chi ha commissionato i lavori, di evitare di pagare immediatamente il corrispettivo dovuto. Alle stesse imprese poi è lasciata facoltà di recuperare direttamente questo credito di imposta, oppure di cederlo ad un altro soggetto, come ad esempio una banca.
Ricordiamo che cessione del credito e sconto in fattura non sono attualmente possibili per molti dei lavori previsti dalle agevolazioni fiscali, come ad esempio il Bonus Facciate, la detrazione del 90% della spesa sostenuta per il rifacimento delle facciate dell'edificio. 

Resta aggiornato sul SuperBonus con i webinar gratuiti


Giovedì 4 maggio 2020 alle ore 15:00
Superbonus 110%: Bonus facciate ed Ecobonus

Annachiara Castagna - Ingegnere

Annachiara Castagna

Ingegnere

Segui l´Ingegnere Annachiara Castagna su Linkedin

Ingegnere Edile, esperta in analisi energetica degli edifici.
Attualmente sono product manager del software TERMOLOG di Logical Soft, software leader per la certificazione, il progetto termotecnico, la diagnosi energetica e la simulazione dinamica. Gestisco e seguo lo sviluppo degli algoritmi di calcolo per la valutazione degli indici di prestazione energetica degli edifici, per la ripartizione delle spese negli edifici, per la progettazione degli impianti e la diagnosi energetica. Coordino le attività di sviluppo, ottimizzazione e controllo delle procedure e dell’interfaccia del software TERMOLOG.
Nel team di Logical Soft svolgo costante attività di ricerca e sviluppo e partecipo attivamente ai tavoli tecnici del Comitato Termotecnico Italiano (CTI) per la stesura delle norme italiane ed europee dedicate al calcolo energetico degli edifici e alla diagnosi energetica.
Sono docente all’interno di diversi master dedicati al BIM e all’analisi energetica, nei corsi abilitanti per la certificazione e nei seminari divulgativi sui temi relativi al calcolo dei ponti termici, alla contabilizzazione del calore e ai Criteri Ambientali Minimi per gli edifici pubblici. Nel 2019 ho partecipato come relatore al Convegno internazionale AICARR sull’influenza del comportamento umano nella prestazione energetica degli edifici.
Per Logical Soft sono redattrice di articoli di approfondimento sui temi energetici e seguo lo sviluppo del primo software di calcolo dinamico conforme alla EN ISO 52016 in Europa e in Italia.
Dal 2018 sono membro della commissione EA (Energia Ambiente) di GBC Italia.


Sara Nobili - Ingegnere civile

Sara Nobili

Ingegnere civile

Segui l´Ingegnere civile Sara Nobili su Linkedin

Laurea in Ingegneria civile indirizzo geotecnico.
Mi occupo di assistenza tecnica per i software Logical Soft, interagendo con il cliente durante tutte le fasi di utilizzo dei software, dalla modellazione dell'edificio all'analisi dei risultati tramite la redazione di manuali, video tutorial e affiancamenti personalizzati. Sono docente nei corsi di formazione e nei webinar organizzati da Logical Soft per promuovere e facilitare l'utilizzo dei programmi.
Faccio parte del Team di Produzione del software TERMOLOG di Logical Soft S.r.l., collaboro alle attività di test e di controllo a cui sono costantemente sottoposti tutti i moduli di TERMOLOG. Ho partecipato allo sviluppo degli algoritmi di calcolo che sono alla base dei moduli relativi alla contabilizzazione del calore, al calcolo dei ponti termici ad elementi finiti, alla diagnosi energetica degli edifici e al calcolo dei criteri ambientali minimi (CAM).
Per Logical Soft sono redattrice di articoli di approfondimento, di focus tecnici e di ebook sui temi energetici e acustici.
Ho svolto attività di analisi per lo sviluppo degli algoritmi di calcolo del software ACUSTILOG di Logical Soft S.r.l. per la valutazione previsionale dei requisiti acustici passivi di un edificio e per la classificazione acustica.
Sono stata docente nelle lezioni dei corsi per tecnici in acustica organizzati dal Politecnico di Milano (Scuola Master F.lli Pesenti e del Dipartimento ABC).