MCE

- 15/03/2018 - Ore 11

SafeSchool 4.0: vulnerabilità energetico-strutturale degli edifici scolastici
La riqualificazione dell'edilizia scolastica parte dall'App di ENEA
Ing. Nicolandrea Calabrese, ENEA – Unità Tecnica Efficienza Energetica
Ing. Simone Tirinato, Logical Soft
SafeSchool4.0 è un'iniziativa che intende contribuire all'attivazione di nuovi programmi di riqualificazione energetica e di miglioramento strutturale del patrimonio edilizio scolastico, con particolare riguardo all'aspetto sismico. Il progetto coinvolge l'intera filiera del settore delle costruzioni: dai pubblici detentori o locatari, alle PMI e agli operatori di settore, fino agli investitori, anche in forma di partenariato pubblico privato. Le indagini svolte a monte hanno infatti mostrato come tale patrimonio immobiliare, pubblico e strategico, sia eterogeneo per tipologia, epoca di costruzione e livelli di adeguatezza funzionale.
Parliamo di 45.000 edifici pubblici su tutto il territorio nazionale in cui sono impiegati circa 9 milioni di operatori, quindi una realtà non trascurabile nelle politiche di sviluppo in materia di Safety and Security. Uno dei dati più rilevanti è l'età del patrimonio edilizio scolastico: ben il 55,6 % risulta costruito prima del 1974 e del 1991, anni in cui entrano in vigore, rispettivamente, i primi veri provvedimenti in materia sicurezza sismica e in materia di efficienza energetica. Si tratta di un patrimonio di difficile gestione: gli enti proprietari (Comuni e Province) citano fonti Legambiente quando dichiarano che il 38,14% degli edifici necessita di manutenzione straordinaria e ammettono di avere difficoltà a reperire i finanziamenti.
ENEA ha messo a punto una procedura sotto forma di applicazione che opererà su piattaforma Android e iOS e che prevede la valutazione indicizzata preventiva dello stato di fatto e l'identificazione delle criticità strutturali ed energetiche. Si tratta di un sistema in grado di fornire soluzioni innovative e pacchetti d'interventi, calibrati secondo specifiche dotazioni finanziarie, rispetto al ciclo di vita ed all'utilizzo dell'edificio. Attraverso una visione integrata la procedura tiene conto degli aspetti tecnici, tecnologici, sociali, culturali ed economici, favorendo la consapevolezza e il coinvolgimento degli utenti finali (in questo caso studenti, insegnanti ed operatori scolastici).
Oltre ad indicare le possibili e sostenibili soluzioni di retrofit tecnologico sugli edifici esistenti secondo le normative vigenti, il Protocollo ENEA valuterà anche il livello e la priorità di intervento atteso in confronto a tipologie edilizie simili, tenendo in considerazione naturalmente le pericolosità territoriali, ambientali e climatiche.

PROGRAMMA:
  • L'edilizia scolastica
  • L'app SafeSchool 4.0
  • Il rilievo energetico
  • La valutazione della performance energetica
  • Il rilievo strutturale
  • La valutazione del livello di intervento